rotate-mobile
LA SVOLTA

Troppo caldo per i rider in bici, il sindacato ottiene le pause retribuite

Filt-Cgil ha condiviso con l'azienda alcune misure organizzative "finalizzate a rendere meno gravoso il lavoro dei rider nelle nostre città

Si 'rinfresca' il lavoro dei rider di Just Eat. Il sindacato Filt-Cgil delle province di Bologna, Modena, Parma e Rimini ha condiviso infatti con l'azienda alcune misure organizzative "finalizzate a rendere meno gravoso il lavoro dei rider nelle nostre città", visto il caldo intenso di queste settimane. L'intesa prevede pause retribuite durante il turno di lavoro per recuperare energie, sali minerali e acqua, disponibilità a effettuare turni di massimo due ore nelle fasce orarie giornaliere più calde ed un impegno a valutare la sospensione retribuita dal servizio in caso di allerta rossa della Protezione Civile. Queste ultime modifiche organizzative, contrattate col sindacato, "si inseriscono nel percorso di ricostruzione di un rapporto di lavoro, finalmente riconosciuto come subordinato dalla società Takeaway.com Just Eat, che ha anche il dovere di tutelare i rider- ricorda la categoria Cgil in una nota- in relazione alla salute e sicurezza nell'attività lavorativa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo caldo per i rider in bici, il sindacato ottiene le pause retribuite

ParmaToday è in caricamento