Un nuovo citofluorimetro donato da Fondazione Monteparma al Laboratorio di Ematologia

50.000 euro il contributo di Fondazione Monteparma. Il citofluorimetro verrà utilizzato per la ricerca sul mieloma multiplo, per studiare le alterazioni delle cellule del sistema immunitario durante la progressione della malattia

Un nuovo citofluorimetro per le attività di ricerca del Laboratorio di Ematologia del Dipartimento di Medicina e Chirurgia è stato donato all’Università di Parma da Fondazione Monteparma.

Questa mattina si è svolta nei locali del Laboratorio la cerimonia di donazione, a cui sono intervenuti il Rettore Paolo Andrei, il Presidente di Fondazione Monteparma Roberto Delsignore, Nicola Giuliani, docente di Malattie del Sangue dell’Università di Parma e responsabile scientifico del Laboratorio di Ematologia, Antonio Cuneo, docente di malattia del Sangue dell’Università di Parma eFerrara, Francesco Leonardi, Direttore del Dipartimento di Medicina generale e specialistica e Direttore f.f. della Unità Operativa complessa Ematologia e CTMO dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e la Direttrice del Dipartimento di Medicina e Chirurgia Stefania Conti.

Il citofluorimetro (DB FACSCelesta 2 laser 4 blu/6 violetto 10 colori) servirà nello specifico alle attività di ricerca che si svolgono all’interno del Laboratorio di Ematologia dell’Ateneo, sotto la responsabilità scientifica di Nicola Giuliani. In particolare lo strumento verrà utilizzato per la ricerca nell'ambito del mieloma multiplo, un tumore ematologico caratterizzato da distruzione ossea e immunosoppressione: il citofluorimetro permetterà di studiare in modo approfondito le alterazioni delle cellule del sistema immunitario durante la progressione della malattia, al fine di individuare possibili nuovi target terapeutici.

Hanno partecipato alla cerimonia Paola Storti, ricercatrice in malattie del sangue del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Gabriella Sammarelli, dirigente biologo dell U.O. di Ematologia e CTMO e tutti i collaboratori biologi e biotecnologi che fanno parte del gruppo di ricerca.

Fondazione Monteparma ha contribuito all’acquisto dello strumento con una donazione di 50.000 euro; la rimanente parte (30.000 euro) è stata a carico dell’Ateneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento