rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Una delegazione dell’Università di Parma in Rwanda

Missione per la formazione di docenti e studenti nell’ambito del progetto Erasmus+ EnRHEd

Missione in Rwanda, dal 28 gennaio al 18 febbraio scorsi, per una delegazione del Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale-CUCI dell’Università di Parma nell’ambito del progetto Erasmus+ EnRHEd ”Enhancement of Rwandan Higher Education in strategic fields for sustainable growth”, di cui l’Ateneo di Parma è capofila.

Il progetto EnRHEd, co-finanziato dall’Unione Europea, è in piena fase di implementazione e vede una proficua collaborazione tra diverse istituzioni internazionali, quali l’Università di Scienze Applicate di Colonia (Germania), l’Università di Liegi (Belgio) e quattro istituti universitari del Rwanda: l’Istituto di Scienze Applicate INES-Ruhengeri, la Scuola Politecnica IPRC di Musanze, l’Università di Tecnologia e Arte di Byumba e l’Università del Rwanda.

Hanno fatto parte della delegazione Roberto Valentino, coordinatore del progetto, Vice Direttore del CUCI e docente del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma, Davide Barbanti, docente del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco, Paolo Ciampolini, docente del Dipartimento di Ingegneria e Architettura, e Andrea Fabbri, già docente di Arboricoltura Generale e Coltivazioni Arboree all’Ateneo di Parma. Ai docenti si sono uniti tre studenti (due della Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari e una studentessa della Laurea in Sistema Alimentare: Sostenibilità, Management e Tecnologie), che trascorreranno in Rwanda un periodo di sei mesi per attività di ricerca nell’ambito del progetto Overworld.

Le istituzioni partner hanno ospitato i docenti dell’Ateneo di Parma per seminari e corsi di formazione rivolti a docenti e studenti, in due ambiti strategici per lo sviluppo sostenibile in Rwanda: quello delle Scienze e Tecnologie Alimentari e quello della Protezione, Salvaguardia e Gestione del Territorio.

Nel corso della visita all’Università di Byumba è stato firmato un protocollo di cooperazione bilaterale tra la stessa Università e l’Ateneo di Parma. La delegazione del CUCI, inoltre, ha avuto l’opportunità di visitare alcune sedi di scuole politecniche (Rwandan Polytechnic) e aziende private del settore agricolo e della trasformazione alimentare.

A conclusione della missione, la delegazione dell’Università di Parma è stata accolta al Ministero dell’Educazione Rwandese da Claudette Irere, Ministro di Stato incaricato del settore ICT e dell’istruzione e formazione professionale tecnica, assieme a un gruppo di dirigenti dello stesso Ministero. 

Anche l’Ambasciatore dell’Unione Europea in Rwanda, Nicola Bellomo, ha voluto incontrare la delegazione di Parma per essere informato sugli ultimi sviluppi del progetto EnRHEd e sulle future prospettive di cooperazione. Su questo fronte, durante il periodo trascorso in Rwanda è stato possibile lavorare alla redazione di un nuovo progetto Erasmus+ nell’ambito delle energie rinnovabili, grazie al coordinamento operato da Paolo Ciampolini e al coinvolgimento dei medesimi partner rwandesi.

Dopo la visita che una delegazione rwandese ha svolto nel novembre scorso all’Università di Parma, questa missione ha contribuito a rafforzare i rapporti di collaborazione con le istituzioni partner. Il progetto EnRHEd prevede nei prossimi mesi ulteriori scambi di docenti e studenti tra Parma e il Rwanda e viceversa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una delegazione dell’Università di Parma in Rwanda

ParmaToday è in caricamento