Attualità

Una donazione all’Oncologia dell’Ospedale Maggiore per ricordare una grande amica

Nadia è scomparsa nel 2017 ma il suo ricordo si è trasformato in un gradito regalo al reparto di Degenza

Un segno indelebile il sorriso di Nadia che nemmeno la malattia è riuscita a spegnere. E il suo sorriso unito alla sua forza sono rimasti nel cuore dei suoi famigliari e degli amici che hanno deciso di rinnovare il gesto di altruismo con cui ogni anno la ricordano. Dalla loro iniziativa è nata una donazione al reparto di Degenza oncologica dell’Ospedale Maggiore. “Nadia meritava questo e altro perché è stata e sarà sempre nel cuore delle persone che le hanno voluto bene”, ha aggiunto Manuela a nome di tutti gli amici che il giorno del suo compleanno si ritrovano per festeggiarla, come se lei fosse ancora seduta al loro fianco.

Ai famigliari e agli amici di Nadia i ringraziamenti più sinceri del direttore dell’Oncologia medica Francesco Leonardi e la gratitudine della coordinatrice infermieristica Donatella Sartori e di tutto il gruppo infermieristico ed OSS del reparto di Oncologia Degenza, che hanno immediatamente allestito ed iniziato ad utilizzare il carrello oggetto della donazione.

“E’ un carrello più capiente e molto più versatile di quello usato in precedenza – spiega Donatella Sartori – e l’utilità la stiamo toccando con mano ogni giorno. Oltre ad essere esteticamente molto bello, di un verde brillante che porta un tocco di colore al reparto, è uno strumento di lavoro che ci aiuta a migliorare l’efficienza nell’esecuzione delle medicazioni e nell’applicazione delle chemioterapie, elementi fondamentali per l’assistenza ai nostri pazienti. Le preziose donazioni che riceviamo portano un beneficio pratico ma soprattutto, ci preme sottolineare, ci permettono di ricordare i nostri pazienti che non ci sono più. E grazie a questa donazione il ricordo di Nadia in Oncologia vivrà per sempre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una donazione all’Oncologia dell’Ospedale Maggiore per ricordare una grande amica

ParmaToday è in caricamento