rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Attualità

Università, mascherine obbligatorie in aula e negli spazi didattici

Diffusi dall’Ateneo i criteri di sicurezza e prevenzione per la fase di avvio dell’anno accademico 2022-23

Mascherine obbligatorie in aula e negli spazi didattici, comprese sale studio e biblioteche, e fortemente raccomandate in tutti gli altri spazi dell’Ateneo. L’indicazione è contenuta nei Criteri per la prevenzione del contagio SARS-CoV-2 (Covid-19) nello svolgimento delle attività formative e curriculari – a.a. 2022-2023, appena diffusi dall’Università di Parma.

Si tratta di criteri di sicurezza e prevenzione riferiti alla fase di avvio dell’anno accademico 2022-2023. Successivi aggiornamenti saranno adottati sulla base dell’evoluzione degli scenari di rischio.

Qui di seguito tutte le indicazioni.

Accesso e frequentazione delle sedi universitarie

  1. Rimane necessario astenersi dalla presenza nelle sedi di Ateneo in caso di positività accertata a SARS-CoV-2 (COVID-19), in caso di febbre superiore a 37.5 °C o in presenza di sintomi riconducili a COVID-19;
  2. Impiego delle mascherine chirurgiche o di comunità e dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie.
  • L’uso di mascherine chirurgiche o di comunità rimane obbligatorio, nella fase di avvio del semestre didattico, all’interno delle aule e degli spazi didattici, comprese le sale studio e le biblioteche; l’obbligo non si applica ai docenti in aula limitatamente al periodo dello svolgimento della lezione;
  • L’uso di mascherine chirurgiche o di comunità rimane fortemente raccomandato all’interno di tutti i restanti spazi dell’Ateneo;
  • L'uso di dispositivi di protezione del tipo FFP2 rimane obbligatorio per i soggetti con “fragilità”. Per indicazioni di dettaglio ed eventuali azioni di tutela occorre contattare il Servizio di Medicina Preventiva dell’Università (smedprev@unipr.it);
  1. I posti in aula e in generale negli spazi didattici sono utilizzati garantendo, ove possibile, il rispetto del requisito di distanziamento pari a 1.0 m. Quindi:
  • quando possibile, in funzione della numerosità dei presenti, i posti sono occupati saltando file e sedute; in questo caso occorre prediligere una distribuzione omogenea e occupare sempre le sedute poste a maggiore distanza; nelle aule con sedute fisse le postazioni sono occupare in modo alternato con schema “a scacchiera”;
  • negli altri casi gli studenti accedono alle aule occupando progressivamente tutti i posti disponibili e mantenendo al contempo una distribuzione quanto più possibile omogenea;
  1. Rimane necessario ricorrere alla frequente igiene delle mani favorendo in via prioritaria il lavaggio con acqua e sapone neutro;
  2. Rimane necessaria l’apertura regolare delle finestre, ove presenti, per aerazione naturale, almeno ad ogni cambio di insegnamento o comunque ogni due ore e per quindici minuti;
  3. Le biblioteche di Ateneo, le sale studio e in generale i locali destinatati ai servizi agli studenti sono utilizzati secondo le norme indicate nei punti precedenti.

Laboratori didattici, tirocini, master, esami di laurea e di profitto

  1. Nei laboratori didattici, nel caso in cui gli studenti debbano svolgere attività formative in coppia o in gruppo, devono essere evitate, per quanto possibile, le rotazioni; per gli altri aspetti si adottano i criteri esposti in precedenza;
  2. La quantificazione dei rischi di contagio COVID-19 connessi ad attività di tirocinio in uscita svolte in enti convenzionati pubblici e privati rimangono definite nelle valutazioni operate dal soggetto ospitante (Ente convenzionato) in conseguenza delle proprie attività e luoghi di lavoro. Le attività di tirocinio si svolgono quindi nelle modalità dettate dagli atti normativi per i settori produttivi di riferimento della sede di tirocinio, nonché nel rispetto delle disposizioni di prevenzione e sicurezza adottate dal soggetto ospitante (Ente convenzionato);
  3. Le attività di tirocinio in ingresso, comprese quelle relative ai Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO), si svolgono secondo i criteri esposti in precedenza e nel rispetto delle disposizioni di carattere complementare eventualmente adottate dalla struttura universitaria di riferimento;
  4. Le attività di master, corsi di perfezionamento, corsi di formazione continua e permanente, corsi di dottorato di ricerca (formazione di terzo livello) si svolgono secondo i criteri esposti in precedenza e nel rispetto delle disposizioni di carattere complementare eventualmente adottate dalla struttura universitaria di riferimento;
  5. Gli esami di profitto, le verifiche dell’apprendimento e gli esami di laurea si svolgono secondo i criteri esposti in precedenza. Nelle sessioni di laurea i candidati potranno invitare ospiti in un numero massimo indicato dai Dipartimenti sulla base delle specifiche esigenze logistiche e organizzative, comunque finalizzato a non superare le capienze nominali assegnate alle aule.

Casi di positività e contatti stretti

  1. Nei casi di intervenuto contatto stretto (es. convivente positivo a infezione COVID-19), occorre indossare una mascherina di tipo FFP2 per l’accesso e la frequentazione delle sedi di Ateneo;
  2. Nei casi di positività accertata, se la persona positiva è stata presente in Ateneo nelle 48 ore precedenti alla comparsa dei sintomi o all’effettuazione del tampone positivo, c’è l’obbligo di informare il Servizio di Medicina Preventiva dei Lavoratori (smedprev@unipr.it) e i referenti del proprio Corso di Studio (Presidente CdS e, per le professioni sanitarie, DADP e Tutor). In presenza di un caso di positività accertata, le persone che hanno avuto contatti stretti, una volta individuate e avvertite, utilizzano mascherine del tipo FFP2 per la presenza nelle sedi universitarie;
  3. Rimane necessario contattare il Servizio di Medicina Preventiva dei Lavoratori (smedprev@unipr.it) per la riammissione alla frequenza delle attività didattiche a seguito di eventuale positività a infezione SARS-CoV-2;
  4. Gli studenti che manifestano sintomi influenzali durante la frequentazione delle sedi di Ateneo sospendono le attività e richiedono, se necessaria, l’assistenza degli addetti al primo soccorso. In caso di necessità, gli addetti al primo soccorso contattano il Servizio di Medicina Preventiva dei Lavoratori dell’Università (smedprev@unipr.it – tel. 0521 033101 – 0521 033103).
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, mascherine obbligatorie in aula e negli spazi didattici

ParmaToday è in caricamento