rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Vannacci: "Non ho mai voluto fare un passo indietro"

A margine della presentazione del suo ultimo libro, a Parma, "Il coraggio vince", è intervenuto su una possibile candidatura alle Europee: "Devo decidere se partecipare e poi il resto delle considerazioni verranno con sé"

"Se mi sono dato una spiegazione del 'fenomeno Vannacci?' In parte sì e in parte no: in parte, me lo sono spiegato perché l'apparizione del primo libro è stata utilizzata quale sistema per denigrare il sottoscritto, moltissime persone, perché il sottoscritto rappresentava probabilmente un simbolo e qualcosa che non andava bene. Ecco questa operazione è fallita e quindi si è ribaltata la situazione al sottoscritto è stata accordata una grandissima popolarità. L'altra spiegazione che voglio dare è di non aver mai voluto fare un passo indietro, di non aver mai voluto ritrattare quello che avevo scritto nel mio primo libro e quindi di cercare cavalcare lo tsunami che si era creato invece di farmi travolgere dallo stesso". Lo ha detto il generale Roberto Vannacci, a margine della presentazione del suo ultimo libro, a Parma, "Il coraggio vince", ha risposto a una domanda sul perché si sia creato una sorta di "fenomeno Vannacci".

"Io sto valutando se partecipare a questa tornata di elezioni, quindi facendo le cose un passo alla volta, devo decidere se partecipare e poi il resto delle considerazioni verranno con sé. Diciamo che porto dietro comunque la mia identità: sono quello che sono, sono quello che ho scritto, sono le idee che rappresento e quindi andiamo avanti su questa strada". Così il generale Roberto Vannacci, parlando di una sua eventuale candidatura alle prossime elezioni europee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vannacci: "Non ho mai voluto fare un passo indietro"

ParmaToday è in caricamento