rotate-mobile
Attualità

Via il green pass dal primo maggio: sarà abolito al lavoro e nei locali pubblici

Rimane invece fino al 31 dicembre 2022 l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per esercenti le professioni sanitarie, lavoratori negli ospedali e nelle Rsa, visitatori in Rsa, hospice e reparti di degenza degli ospedali

Ancora dieci giorni di attesa e poi non ci sarà più bisogno di esibire il green pass. Non nei posti di lavoro, non al cinema, non nei teatri, non negli eventi sportivi, non nelle feste al chiuso e discoteche, mezzi di trasporto  e nemmeno in bar e ristoranti anche al chiuso.

Dal 1° maggio i parmigiani, come in tutta Italia, aggiungeranno alle loro giornate un altro pezzo di normalità. Non ci sarà più bisogno del green pass, dunque. La certificazione verde rimane solo per dimostrare l’avvenuta vaccinazione o guarigione ma non sarà necessaria per entrare nei luoghi di lavoro e nei locali pubblici. Rimane invece fino al 31 dicembre 2022 l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per: esercenti le professioni sanitarie, lavoratori negli ospedali e nelle Rsa, visitatori in Rsa, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via il green pass dal primo maggio: sarà abolito al lavoro e nei locali pubblici

ParmaToday è in caricamento