Violenza contro le donne: al via la campagna di comunicazione “Non Fare a lei”

Realizzata da “Maschi che si immischiano”, e patrocinata dal Comune di Parma è legata alle iniziative per celebrare il 25 novembre

Al via la campagna di comunicazione “Non Fare a lei”, realizzata da “Maschi che si immischiano”, e patrocinata dal Comune di Parma, legata alle iniziative per celebrare il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, con 3mila cartoline in distribuzione. Le cartoline saranno distribuite già il 25 novembre alla partita Zebre - Munster a Moletolo e allo spettacolo "Se mi ammazzi non vale 2.0" messo in scena la sera dalla compagnia Le mine vaganti al Teatro Aurora di Langhirano. Le aziende che hanno collaborato alla realizzazione della campagna di comunicazione sono: aicod.it per le immagini e il concept di campagna; Artoni Grafica di Montecchio per la grafica.

L'intento è - visivamente - di ribaltare la prospettiva e portare gli uomini a mettersi nei panni delle donne che subiscono violenze: sono proprio soggetti maschili ad essere sostituiti a quelli femminili utilizzati comunemente - non senza stereotipi - per raccontare le violenze di genere in diverse declinazioni, dalla violenza psicologica a quella fisica fino ad arrivare al gesto estremo del femminicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le cartoline provano però a rispondere anche alla domanda: "Perché mi riguarda? Io cosa c'entro?". Se partiamo dal dato Istat che dice che una donna su tre durante il corso della sua vita subisce una qualche forma di violenza o di molestia, tutti possiamo potenzialmente trovarci nella necessità di sapere cosa fare per aiutare chi è in difficoltà: sia una donna - familiare, amica, collega, vicina di casa .... - che confida un maltrattamento o ne porta i segni, sia un uomo - familiare, amico, collega... - che di fronte, ad esempio, alla crisi o alla fine di una relazione, reagisce o minaccia di reagire con comportamenti violenti. Oppure, ancora, può capitare di assistere ad una violenza. Nel retro, infatti, si possono trovare gli indirizzi di chi a Parma può sostenere e accompagnare donne vittime di violenze e uomini maltrattanti. La campagna coi cartelloni debutterà lunedì 26 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento