rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
ParmaToday Cortile San Martino

audace parma, presentate le squadre della nuova stagione e il sodalizio con le zebre rugby alla cittadella di parma

Il terzo tempo della partita Zebre - Edinburgh si è tinto di bianco e azzurro. La storica società di calcio giovanile cittdina, presieduta da Luigi Mavilla, ha presentato le proprie squadre, le attività e i progetti della stagione sportiva, oltre ad aver assegnato gli "Audacini" dell'anno ai giocatori, votati dai loro compagni, che abbiano maggiormente incarnato i valori dello sport

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday La Cittadella del Rugby di Parma si è tinta di bianco-azzurro. La collaborazione nata tra U.S. Audace, storica società di calcio a Parma, e Zebre Rugby Club, franchigia della Federazione Italiana Rugby, presentata lo scorso 20 Ottobre 2021, ieri ha visto la prima occasione di condividere il campo di gioco. Gli “Audacini” sono accorsi a sostenere le Zebre, impegnate ieri nella partita dello United Rugby Championship vs Edinburgh. Al termine dell’incontro, a suggellare un importante e lungimirante collaborazione con l’obiettivo di trasferire alle nuove generazioni di sportivi valori etici e sociali comuni, l’Audace e le Zebre hanno animato il terzo tempo, proponendo attività multidisciplinari a tema rugby e calcio, presentando le squadre della stagione sportiva 2021-2022, le attività e i progetti comuni. Luigi Mavilla, Presidente U.S. Audace - “La scelta di creare questa partnership sportiva e sociale con Zebre Rugby Club, nasce dall’aver trovato ideali comuni di promozione di fair play e rispetto dentro e fuori il campo. I valori che l’Audace promuove da sempre attraverso il suo Codice Etico e comunica attraverso la figura dell’Audacino sono: disciplina, divertimento, impegno, rispetto, inclusione e passione. Nonostante il grande lavoro di promozione da parte della Federazione, il calcio purtroppo, anche in ambito dilettantistico, si associa difficilmente a etica e fair play. Al contrario, la cultura del rugby è da sempre veicolatrice di questi valori. Il nostro obiettivo è amplificare questo messaggio educativo e sociale attraverso una collaborazione concreta: realizzando insieme iniziative sportive come il Camp BiancoAzzurro e il progetto di comunità che abbiamo chiamato We Camp, che permettano di permeare e condividere i valori propri dello sport, contribuendo a iniziative di carattere sociale e culturale attraverso le rispettive attività sportive oltre che partecipando a eventi e manifestazioni.” A fare gli onori di casa, è stato Michele Dalai, Presidente di Zebre Rugby Club - “Questa giornata è la rappresentazione di qualcosa di bello e importante. Vedere la gioia che hanno portato i ragazzi dell’Audace, in una partita difficile come quella contro l’Edinburgh, è di grande soddisfazione. Noi Zebre, che facciamo sport professionistico, con Audace abbiamo la possibilità di veicolare i valori etici e di fairplay e renderli alla portata dei giovani. Questa sinergia rappresenta la possibilità di formare ragazzi e ragazze attraverso due sport che, anche se diversi, stanno costruendo un percorso innovativo di formazione comune”. Presenti anche Stefano Manuto, Delegato allo Sport del Comune di Parma, Simone Alberici, Presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna della Federazione Italiana Gioco Calcio e Stefano Raffin, Responsabile Tecnico Comitato del Regionale Emilia-Romagna della Federazione Italiana Rugby. Un messaggio di forte sinergia, non solo tra questi due mondi sportivi, ma anche con il Comune e la Città di Parma: Calcio e Rugby, due realtà apparentemente distanti ma che a Parma hanno trovato un terreno di gioco comune. Stefano Manuto - “Quello di oggi è un esempio innovativo che ha alla base valori condivisi di fairplay e rispetto. La partnership tra Audace e Zebre è un progetto di avanguardia che può far da apri pista per altre società e realtà del nostro territorio”. Simone Alberici - “Una sinergia fondamentale e importante. Questo progetto pilota che ci sarà a Parma promosso da Audace e Zebre mi auguro possa essere sviluppato in tutta la regione perché la collaborazione e la multidisciplinarietà tra gli sport è fondamentale per poter unire e integrare i nostri principi e i valori per far crescere gli atleti del nostro settore giovanile”. Stefano Raffin - “Credo che questo sia un bellissimo momento di rinascita e ripartenza. Questi progetti di sinergia sono fondamentali per la rinascita dell'attività sportiva a livello regionale e nazionale, e la giornata di oggi ne è la prova”. Gradita visita quella di Giulia Ghiretti, nuotatrice paralimpica parmense e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokio 2020 che dopo avere tifato per le Zebre si è unita al terzo tempo zebrato tinto di biancoazzurro. Giulia Ghiretti - “Essere qui oggi, per me, ha un grande valore: ho fatto la mia preparazione olimpica su questi campi insieme alle Zebre; essere qui, e vedere la curva colorarsi di bianco e azzurro con gli atleti Audace mi ha fatto molto piacere. È bello e importante vedere queste testimonianze di diverse società sportive che collaborano e si sostengono l'una con l’altra”. Momento importante che ha rappresentato la sintesi del valore inclusivo delle iniziative promosse da Audace e Zebre è stato l’intervento di Silvia Cerocchi, Direttrice Provinciale di Special Olympics, che ha introdotto la premiazione degli atleti di Special Olympics e dell’Audace che hanno partecipato insieme agli SmartGames 2.1 organizzati lo scorso luglio da Special Olympics Italia su tutto il territorio nazionale. Silvia Cerocchi - “la nostra attività non è finalizzata solo allo sport, ma è una crescita personale e di gruppo con valori importanti come fair play, il rispetto per l’avversario e l’unione. Una collaborazione come quella con Audace e Zebre sono concretamente significative sia per i nostri atleti che per quelli della società sportive per portare avanti questa rete che collega sport, persone e atleti in primis.” I progetti, che vedranno gli atleti impegnati durante l’anno, sono di forte stampo etico e sociale e promuovono valori come impegno, rispetto, inclusione, disciplina attraverso divertimento e passione. Valori rispecchiati nella figura dell’ “Audacino” e trasferiti in campo dagli atleti stessi: oggi infatti sono stati premiati quei giocatori e allenatori che attraverso il loro esempio concreto hanno saputo meglio rappresentare i valori racchiusi nel codice etico U.S. Audace e pertanto sono stati insigniti del titolo di “Audacini dell’anno” per la stagione sportiva 20/21. Tante altre le iniziative in cui Audace e Zebre animeranno insieme questo anno sportivo: il progetto WeCamp e il Camp BiancoAzzurro che promuovono l’inclusione, l’educazione motoria e la formazione dei giovani a 360°. Nei mesi di giugno e luglio, il Camp Audacino coinvolge i bimbi, le bimbe, i ragazzi e le ragazze dai 5 ai 13 anni in attività a sfondo ludico, motorio e multi-sportivo e si svolgono per tutto l’arco della giornata nelle strutture dell’Audace situate all’interno del Parco Ferrari. Quella appena iniziata sarà una stagione sportiva ricca di impegni e attività sportive ed educative volte a far crescere tutti i giovani sportivi all’insegna del fair play e del rispetto dentro e fuori il campo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

audace parma, presentate le squadre della nuova stagione e il sodalizio con le zebre rugby alla cittadella di parma

ParmaToday è in caricamento