Finanziamento di 20 mila dal ministero dell’Istruzione all’istituto comprensivo di Traversetolo

Per realizzare un laboratorio digitale

Un laboratorio per la didattica digitale a uso della scuola primaria “D’Annunzio” e della secondaria di primo grado “Manzoni”. Lo realizzerà, già da quest’anno scolastico, l’istituto comprensivo di Traversetolo con il finanziamento di 20 mila euro ottenuto dal ministero dell’Istruzione nell’ambito del bando per la creazione nelle scuole di “Ambienti di apprendimento innovativi”, cioè spazi attrezzati con le nuove risorse tecnologiche, capaci di integrare nella didattica l’utilizzo delle tecnologie. L’istituto ha partecipato al bando, uscito nel novembre del 2018, presentando un progetto, così come hanno fatto oltre 5.000 scuole in tutta Italia, e aggiudicandosi il finanziamento con altre 1.115, per uno stanziamento complessivo di 22 milioni di euro. Parte del contributo arriverà a Traversetolo entro l’anno scolastico in corso, parte nel prossimo. 

Il nuovo laboratorio non sarà la classica aula di informatica, anche se servirà pure per le attività di base che prevedono un utilizzo più tradizionale del pc e delle strumentazioni informatiche. Vi si potranno addirittura produrre, montare e smontare, piccoli robot automatizzati. Le proposte progettuali che hanno ottenuto l’apprezzamento del Miur sono state curate due docenti di matematica e scienze, Mariella Morini della elementare e vicaria della dirigente, e Daniele Vespo, della media. È stato pensato un ambiente non
standard ma flessibile, con una strumentazione riferita al coding, che in didattica viene usato per fare capire agli alunni come funziona una strumentazione informatica, ma che rappresenta anche un problem solving basato sul ragionamento logico che sta dietro a queste strumentazioni e legato a qualcosa di concreto. Gli studenti, infatti, arrivano a un prodotto finale, che può essere il robottino che compie determinate azioni o la macchina che taglia il legno.

Nel progetto sono confluite attività già in essere nell’istituto e altre in programma per il futuro. Con i soldi del finanziamento verranno acquistati per il nuovo laboratorio - un’aula di circa 50 metri quadrati nella scuola elementare - oltre ai tradizionali pc e lim, la stampante 3D, la tagliatrice laser, strumenti per la realtà virtuale e aumentata, come i visori. E gli arredi: non i classici banchi, ma banchi modulari che permettano la disposizione “a isola” per il lavoro cooperativo, e mobili per un’“arena”, uno spazio per riflettere e
confrontarsi sui lavori da svolgere. Il laboratorio sarà a disposizione di tutte le 19 classi della primaria e le 12 della secondaria di primo grado.

L’intento dell’istituto è, da tempo, quello di insegnare agli alunni come usare responsabilmente le tecnologie per muoversi con competenza nel mondo digitale, un mondo nuovo e in grande sviluppo, trasversale alle varie discipline: ogni insegnante, infatti, può scegliere come usare le strumentazioni nel proprio settore disciplinare. La dirigente Marianna Rusciano esprime grande soddisfazione per l’esito del bando: “La possibilità di avere un laboratorio dedicato sarà un’opportunità in più per l’arricchimento dell’offerta formativa, per promuovere l’acquisizione di competenze disciplinari, oltre che la socializzazione, il confronto e il lavoro in équipe, così come richiesto dagli ultimi documenti europei in materia di istruzione”.

Anche il corpo docente è chiamato ad aggiornarsi in modo costante. L’i.c., pertanto, a sue spese, sosterrà la formazione per i docenti, che già hanno preso parte a corsi e ad attività con i ragazzi. Il Comune, dal canto suo, si è impegnato da subito a sostenere il progetto e a collaborare attivamente con l’istituto comprensivo, come ricorda l’assessore alla Scuola Elisabetta Manconi. Che aggiunge: “L’amministrazione ha fin dall’inizio espresso forte apprezzamento e supporto per le attività e gli obiettivi proposti dal progetto, volti al potenziamento delle competenze di base e delle abilità asociali in chiave di innovativa, nell’ottica di promuovere apprendimento, motivazione, inclusione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Blitz in casa di un commerciante 46enne: in cantina 23 chili di hashish nascosti tra le bottiglie di vino

Torna su
ParmaToday è in caricamento