Animal voice

Animal voice

24 aprile: Giornata mondiale degli Animali nei laboratori

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha osservato un minuto di silenzio per ricordare milioni di esseri viventi sacrificati in nome di una pseudo ricerca scientifica, ricordando che un'altra scienza è possibile

In occasione della Giornata mondiale degli Animali nel laboratori, lo scorso 24 aprile 2014, l’Ente Nazionale Protezione Animali ha osservato un minuto di silenzio per ricordare milioni di esseri viventi che ogni anno vengono sacrificati nel mondo in nome di una pseudo ricerca scientifica, ma soprattutto per dire che un'altra scienza è possibile. La sperimentazione sugli animali infatti è un metodo che non è mai stato validato scientificamente ed è di scarsa attendibilità predittiva poiché non tiene conto della fondamentale differenza genetica tra l'uomo e gli esseri viventi non umani. “Fortunatamente, una parte crescente della comunità scientifica sta dimostrando l'inutilità della sperimentazione su altri esseri viventi. - spiega il direttore scientifico E.N.P.A., Ilaria Ferri - Se la sperimentazione animale fosse realmente attendibile, come spiegare allora i 200mila decessi che si verificano ogni anno in tutto il mondo e che sono causati dall'assunzione di farmaci? E come spiegare poi che ogni anno moltissimi farmaci sperimentati sugli animali vengono ritirati dal commercio perché in un secondo tempo si viene a scoprire che sono dannosi per la salute?”. La sperimentazione sugli animali, in realtà, oltre ad essere una pratica contraria ai più basilari principi etici, risulta controproducente per lo stesso progresso scientifico perché continua ad imporre metodi di ricerca anacronistici e del tutto superati. I metodi sostitutivi, dalla tossicogenomica, alle colture in vitro o alle simulazioni computerizzate, sono già disponibili e sono la realtà che viene applicata da numerosi centri di ricerca fuori dall'Italia. E si tratta di metodi di ricerca cruelty free ed applicabili all'uomo perché condotti su DNA umano. Ma si tratta evidentemente di metodi ben poco in linea con gli interessi economici che ancora sostengono gli esperimenti sugli animali. Per questo E.N.P.A. chiede che il Governo scelga di investire su metodi di ricerca attendibili e che garantiscano il reale progresso della scienza medica e la salvezza di milioni di animali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Animal voice

Vivo a Parma e vorrei diventare scrittrice. Amo gli animali sin da quando ero bambina, e crescendo ho imparato che l'animalismo è una prospettiva migliore tramite cui vivere il mondo, perché insegna a rispettare ogni essere vivente. Fortemente impegnata in questo campo come volontaria E.N.P.A., vivo insieme a Totoro e Takechi, non solo conigli, ma veri e propri compagni di vita

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento