Animal voice

Animal voice

AIRC, a Natale si contribuisce per la ricerca sul Cancro

L'Associaizone Italiana per la Ricerca sul Cancro, che da anni raccoglie fondi per la ricerca oncologica, a Natale permette di contribuire ai processi di cura e conoscenza della malattia

airc-ricerca-cancro-logo

AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, è un ente no profit senza scopo di lucro che, dal 1996, raccoglie fondi a favore della ricerca scientifica Italiana. Ogni anno, a Natale, AIRC dispone di diverse proposte fra regali aziendali, biglietti d’auguri e cartoline elettroniche, il cui ricavato andrà alla ricerca sul cancro. La Società, fondata nel 1965 grazie ad alcuni ricercatori dell’Istituto Tumori di Milano, fra cui il Professor Umberto Veronesi e il Professor Giuseppe della Porta che si sono avvalsi del sostegno di noti imprenditori milanesi, si è sempre impegnata nella promozione della ricerca oncologica nel nostro Paese: oggi conta 17 Comitati Regionali e circa 1.800.000 Soci, persone che con la loro generosità sostengono l'Associazione, consentendole di esistere e di andare avanti. L’attività AIRC consiste nel raccogliere fondi a favore del progresso e nella diffusione di una corretta informazione in materia; la raccolta avviene in vari modi: per il 50% attraverso iniziative nazionali e locali, rivolte al grande pubblico, e tramite progetti che coinvolgono il mondo del lavoro; per il restante 50% con la sottoscrizione in risposta alle lettere ed ai messaggi inviati per corrispondenza. I fondi vengono destinati alla ricerca sul cancro attraverso un processo di selezione e supervisione rigoroso, meritocratico e trasparente. La Direzione scientifica, il cui staff è formato da persone di rilevante expertise tecnico scientifica, coordina il processo di valutazione e il supporto ai lavori del Comitato tecnico scientifico, composto da 24 ricercatori, (uomini e donne), che coprono ruoli di primo piano nell’oncologia italiana. A fianco del Comitato tecnico scientifico lavora un gruppo di oltre 350 ricercatori stranieri, scelti fra gli scienziati migliori della ricerca sul cancro. Il loro compito è individuare i progetti validi attraverso un processo che dura circa nove mesi. Nel 1997 AIRC ha costituito la Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, (FIRC), riconosciuta come ente morale nel 1980, con il fine specifico di acquisire legati, eredità e donazioni destinate al finanziamento della ricerca. Autonoma e indipendente per la sua diversa natura giuridica, ma complementare all'AIRC, la Fondazione ha il compito di costituire un patrimonio tale da garantire il futuro della ricerca. Fra le attività di AIRC: finanziamento progetti ricerca presso Laboratori Universitari, Ospedali ed Istituti Scientifici; perfezionamento delle conoscenze di giovani ricercatori tramite programmi speciali; sensibilizzazione e informazione, al pubblico, su progressi compiuti in campo oncologico. Ecco alcuni risultati importanti, conseguiti dalla fondazione ad oggi: distribuzione di un importo complessivo di oltre 657 milioni di euro per progetti di ricerca; distribuzione di oltre 33 milioni di euro per borse di studio a giovani promettenti ricercatori; attuazione, (come richiesto dall’articolo 2 del suo Statuto), di un programma di divulgazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica su progressi nella prevenzione, diagnosi e terapie del cancro, principalmente con la pubblicazione “Fondamentale”, con il supporto di FIRC, e tramite il sito internet www.airc.it. Anche quest’anno AIRC, a Natale, dà la possibilità di contribuire a questo progetto con un regalo per gli altri, per la ricerca e anche per se: una lettera, un calendario o un messaggio di auguri con gomma. Tre soluzioni di regali aziendali per accompagnare il dono tradizionale, tutte personalizzabili con nome o logo dell’Azienda e traducibili in quattro lingue. Un piccolo gesto che, nell’ambito lavorativo, (aziendale), si rifà allo spirito originario del Natale, ossia un piccolo gesto, appagato da una grande soddisfazione, in nome di un’ampia prospettiva di benessere e progresso positivo. Inoltre, per chi lo desiderasse, si potrà affidare ad AIRC la lista dei destinatari degli auguri, delegando anche la loro spedizione. Per maggiori informazioni: www.airc.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Animal voice

Vivo a Parma e vorrei diventare scrittrice. Amo gli animali sin da quando ero bambina, e crescendo ho imparato che l'animalismo è una prospettiva migliore tramite cui vivere il mondo, perché insegna a rispettare ogni essere vivente. Fortemente impegnata in questo campo come volontaria E.N.P.A., vivo insieme a Totoro e Takechi, non solo conigli, ma veri e propri compagni di vita

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento