Animal voice

Animal voice

C-You, il nuovo modo di fare comunicazione

Dopo Modena e Reggio Emilia, il nuovo modo di intendere la rete approda anche a Parma: dal 10 aprile sono in onda i programmi targati C-You su www.c-radio.it, in attesa del sito definitivo www.c.you.tv

ragazzi-c-radio

 

Non solo una semplice radio. Non solo una televisione. C-You è molto di più: un Talent Network fondato sul dualismo fra User Generated Content (contenuti generati da utenti),  e Peer to peer (rete paritaria), in cui protagonisti sono gli utenti che creano il proprio C-space, spazio dove caricare video di musica, attualità, intrattenimento, film, amatoriali, web serie, comici e molto altro. Dopo i canali di Modena e Reggio Emilia, a Parma le dirette dei programmi targati C-You sono iniziate il 10 aprile 2012, in onda su www.c-radio.it, in attesa del canale definitivo che, fra circa tre settimane, diventerà www.c-you.tv. Nato a marzo 2009 come web radio, C-You è una realtà giovane divenuta in poco tempo polo di comunicazione interattiva basata su principi di sana libertà di espressione, il cui passaggio a Talent Network è avvenuto grazie all’attivazione di una piattaforma cross mediale, attiva 24 ore su 24, che integra radio e tv, rivolta ad un pubblico, di fascia compresa fra 18 e 37 anni, che preferisce socializzare in rete piuttosto che tramite mezzi tradizionali. Persone  abituate a cercare informazioni attraverso canali differenti, a scambiare informazioni nei social network, altamente informatizzate e altrettanto difficili da fidelizzare, ma di cui C-You è riuscito a conquistare la fiducia entrando nel loro vissuto quotidiano. Andrea Panciroli (26 anni), detto “Pancio”,  ideatore di C-You  insieme a Devid Sassi, ha raccontato: “L’idea è nata circa due anni fa con Modena e Reggio, dopo il successo riscontrato abbiamo deciso di allargare il nucleo anche a Parma, centro più vicino. Con Caterina Barbarini,  Simone Bernardo, Valentina aka Dirty Diana Dj e Andrea Araldi, per il canale di Parma abbiamo creato un gruppo di 150 persone, per un totale di circa 40 programmi. In C-You, primo Talent Network internazionale completamente libero, è la community stessa a decidere l’andamento del palinsesto, con un semplice click, votando i migliori C-space che verranno proiettati in homepage e guardati da chi li ha scelti”. Caterina Barbarini, nel ruolo di ufficio stampa e organizzatrice palinsesto, ha aggiunto: “Spero che le persone coinvolte trovino stimoli, e che si arricchiscano con nuovi interessi. Personalmente, durante le prove dei programmi ho scoperto gruppi musicali che non conoscevo”. Grazie all'appoggio di privati come Campus Music Industry e Audio Extreme che hanno creduto nel progetto, Pancio, Caterina, Valentina, Simone e Andrea, tutti ragazzi giovani, sono stati capaci di immedesimarsi nelle aspettative delle generazioni attuali e nuove, portando a Parma un nuovo modo di fare comunicazione le cui novità non sono finite, infatti, per sfruttare al meglio la dinamicità della rete e permettere l’interazione con il pubblico, a fianco della tv è posta una chat in funzione di una comunicazione bidirezionale. In fase di espansione, il progetto sta affrontando sviluppi a livello tecnico e di web design, nel campo delle pubbliche relazioni e nel consolidamento di collaborazioni con grandi aziende del settore. Oltre al portale dinamico, verranno aggiunte applicazioni Apple e Android: il potenziale comunicativo sarà ulteriormente allargato e C-You diventerà una piattaforma in cui tutti i contenuti uploadati saranno filtrati, commentati, collegati ai social network, innescando un proficuo processo che, se da una parte porterà a valorizzare alcuni programmi, dall’altra ne porterà altri alla dispersione, tutto secondo logiche qualitative mosse dagli utenti che, in quanto ascoltatori e spettatori, potranno registrarsi e condividere contenuti. Inoltre, una tattica vincente è stata quella di non inserire spazi pubblicitari all’interno del palinsesto, una strategia che ha permesso di costruire un’identità di valore che punta sull’indipendenza. Ecco i nomi di alcuni programmi, (che per C-You Parma sono circa 40): Cele Britys Kin C-You, Badtaste C-You, AmbarabaccicciCocò C-You, BeRecsound C-You, Thebeatcircle C-You, Il Salotto del Principe C-You, Animal Kingdom C-You, Noise Gate C-You, Opss Live C-You e tanti altri, tutti in onda dal 10 aprile 2012 su www.c-radio.it, in attesa del sito definitivo che, fra tre settimane, diventerà www.c-you.tv. Si parla e si parlerà di attualità, musica, moda, tendenze, problematiche, animali, cucina e di molto molto altro, infatti, dietro ai nomi ad impatto, scelti per i numerosi programmi, si celano varietà di argomenti ed un nuovo modo di fare comunicazione e cultura, per cui a dare il proprio contributo non saranno solo i volti e le voci dei programmi,  ma, soprattutto, gli utenti con il loro accesso in prima persona ai contenuti. Oggi ed in futuro c’è un solo valore importante: quello della condivisione, di informazioni, opinioni ed esperienze. Questo è C-You, finalizzato alla creazione di una community collettiva che coinvolga partecipanti con diversa sede, di diverse città o parti del mondo, tutti uniti in un nuovo modo di intendere la rete. Infatti, la web radio-tv forma offre un plus di vicinanza che nessun mezzo di comunicazione tradizionale potrà mai consentire: merito di un linguaggio informale, diretto e riconoscibile, e di un dialogo costante con gli ascoltatori i cui feedback sono continui, monitorabili e rilevanti grazie anche agli strumenti social di cui C-You si avvale. C-You dà informazioni e le recepisce, in poche parole: la comunicazione del futuro. 
 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Animal voice

Vivo a Parma e vorrei diventare scrittrice. Amo gli animali sin da quando ero bambina, e crescendo ho imparato che l'animalismo è una prospettiva migliore tramite cui vivere il mondo, perché insegna a rispettare ogni essere vivente. Fortemente impegnata in questo campo come volontaria E.N.P.A., vivo insieme a Totoro e Takechi, non solo conigli, ma veri e propri compagni di vita

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento