Animal voice

Animal voice

Oliver, la storia a lieto fine dell'Orso ferito salvato dai volontari

Oliver è uno dei tantissimi orsi salvati da Animals Asia dalle terribili fattorie della bile

Un’amica volontaria E.N.P.A. mi ha passato questa notizia, a lieto fine... 

Tre decenni in una gabbia, sfruttato, straziato nel corpo e nello spirito. Nonostante tutto, oggi Oliver non desidera altro se non vivere e godere della bellezza e della gioia intorno a sé. “La prima volta che ho incontrato Oliver, il nostro orso ferito, è stato nell’aprile del 2010, la notte in cui è arrivato nel nostro centro di recupero di Chengdu dopo essere stato salvato da una fattoria della bile nella provincia cinese di Shandong”, racconta Nicola Field, Responsabile Veterinario, che ricostruisce la terribile storia di quest'orso che non si è mai arreso al suo destino nelle fattorie della bile. E che oggi ha una vita diversa. “Oliver e gli altri nove orsi hanno percorso 2400 chilometri in quattro estenuanti giorni. Ma come se questo non fosse già abbastanza, a metà strada Oliver è stato sottoposto ad un intervento chirurgico salvavita di quattro ore nel cassone di un camion. E’ difficile immaginare le condizioni in cui questo orso ha trascorso 30 interminabili anni e come sia sopravvissuto in così tanta miseria… Non solo, Oliver è stato imprigionato per tutta la sua esistenza in una gabbia fredda e angusta, ma il suo addome era rinchiuso in una pettorina metallica arrugginita che manteneva in posizione il catetere per l’estrazione della bile. Vedere quest’orso anziano con la testa deformata e le zampe troppo corte trotterellare fuori dal suo rifugio coperto verso le aree esterne della riserva, annusare l’aria, l’erba e la terra, non smette mai di ispirarmi in ciò che faccio”, racconta ancora Field. Oliver è uno delle centinaia di orsi salvati dalle fattorie della bile da Animals Asia. Ognuno di loro ha una tragico passato alle spalle, ma negli occhi di Oliver oggi vive la speranza. Prima era soltanto un orso, ma oggi è Oliver! E tutti gli animali che devono ancora essere salvati hanno un nome, solo che non sanno ancora qual'è. Petizione su: www.animalsasia.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Animal voice

Vivo a Parma e vorrei diventare scrittrice. Amo gli animali sin da quando ero bambina, e crescendo ho imparato che l'animalismo è una prospettiva migliore tramite cui vivere il mondo, perché insegna a rispettare ogni essere vivente. Fortemente impegnata in questo campo come volontaria E.N.P.A., vivo insieme a Totoro e Takechi, non solo conigli, ma veri e propri compagni di vita

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento