Animal voice

Animal voice

Pink Lady, la “mela dell’amore”

Un frutto salutare, dal gusto ottimo che grazie al colore prevalentemente rosa è divenuto appuntamento fisso per San Valentino, giornata degli innamorati

mela-pink-lady

“Una mela al giorno leva il medico di torno”, e il benessere aumenta se si tratta della “mela dell’amore”. Anche la frutta fa tendenza, lo sanno i fruttivendoli, soprattutto quelli parmigiani, (che rientrano in un territorio leader nella produzione del prodotto in questione): Pink Lady non è solo la mela degli innamorati, è figlia di un’ibridazione naturale fra la William Lady e la Golden Delicious e conserva tutti i benefici della mela. Mangiarla significa fare il pieno di sensazioni gustative: aromi di fragola e vaniglia, note floreali di rosa e litchi; un gusto delicato adatto a momenti di capriccio o piacere. Selezionata con cura, la “mela dell’amore” è ottimamente equilibrata in tasso zuccherino e di acidità, succosa e croccante e citata in testa alle varietà preferite dai consumatori, (come riporta lo studio europeo Consumer’s preference Map of Apple – Isafruit 2008). Controlli permanenti, indipendenti e rigorosi, (circa 900 ogni anno), garantiscono una qualità costante e la perfetta tracciabilità da frutteto a negozio di vendita. Parliamo dell’aspetto salutare di Pink Lady: tre al giorno riducono l’eccesso di colesterolo del 10%, grazie agli antiossidanti, (beta-caroteni, polifenoli, vitamina C), contribuisce alla protezione cardiovascolare, il consumo regolare riduce il diabete di tipo II o il “diabete grasso” dell’adulto, (azione combinata da pectina e da antiossidanti), combatte il rischio di contrarre un tumore al seno, (secondo uno studio inglese il consumo di tre mele giornaliere dovrebbe abbassare i rischi di tumore al seno del 39%). Inoltre: l’attività antiossidante di 100 g di Pink Lady e uguale a quella di 1500 mg di vitamina C, apporta solo 54 calorie per 100 g ed è il frutto rompi-digiuno per eccellenza poiché i suoi apporti energetici derivano da fruttosio e glucidi, (migliori e più efficaci dei grassi). Arrivata sul mercato 10 anni fa, questa raffinata mela ha ottenuto subito grande successo e oggi, con quasi 100.000 t commercializzate, è la marca europea leader nel mercato e beneficia anche di vantaggi dei territori di produzione privilegiati: Francia, (Sud Est, Sud Ovest, Valle della Loira), Italia, (Emilia Romagna, Alto Adige), Spagna, (Catalogna). Ma oltre all’apporto benefico e all’ottimo gusto, ha anche un aspetto molto gradevole dato dalle veste bicolore che va dal rosa pastello al rosso, su fondo verde tenero che schiarisce nel tempo. Lo sticker rosa a forma di cuore la rende riconoscibile e autentica. Storicamente Pink Lady è associata alla seduzione e all’amore e la tonalità, comunque prevalentemente tendente al rosa, la rende glamour e femminile. La sua prima campagna di comunicazione si ispirò alla sensualità di Audrey Hepburn e la festa di San Valentino è diventata appuntamento storico fra marchio e consumatori. Parma, città dell’Emilia Romagna, rientra in una zona leader nella produzione di Pink Lady, ottimo regalo per condire di originalità il prossimo 14 Febbraio 2012, o scusa per assaggiare il frutto della salute per una festa delle papille gustative.

 

 

Animal voice

Vivo a Parma e vorrei diventare scrittrice. Amo gli animali sin da quando ero bambina, e crescendo ho imparato che l'animalismo è una prospettiva migliore tramite cui vivere il mondo, perché insegna a rispettare ogni essere vivente. Fortemente impegnata in questo campo come volontaria E.N.P.A., vivo insieme a Totoro e Takechi, non solo conigli, ma veri e propri compagni di vita

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento