Università

Università

Quattro borse di studio al Dottorato in Scienze Chimiche

Premiato il progetto su chimica dello stato solido, cristallografia e chimica computazionale

"Ottimizzazione delle forme molecolari e cristalline di farmaci, fitofarmaci, pesticidi in relazione ad attività, biodisponibilità, aspetti brevettuali e alla produzione di polimorfi, solvati e co-cristalli con metodi di basso impatto ambientale" è il corposo titolo del progetto elaborato dalla Prof.ssa Alessia Bacchi del Dipartimento di Chimica Generale e Inorganica, Chimica Analitica, Chimica Fisica dell'Ateneo di Parma. A tale progetto di ricerca, proposto dal Corso di Dottorato in Scienze Chimiche, collaborano: la Prof.ssa Fabrizia Grepioni dell'Università di Bologna, la Prof.ssa Maria Cristina Menziani dell'Università di Modena e Reggio Emilia e la Prof.ssa Paola Gilli dell'Università di Ferrara. Il "Consorzio Spinner" della Regione Emilia Romagna ha selezionato questo progetto per un finanziamento di 4 borse di dottorato su tematiche strategiche per il territorio regionale, che verranno distribuite sulle quattro sedi universitarie appena menzionate (tra cui Parma). Le competenze che verranno fornite ad ogni dottorando (sempre in stretta collaborazione tra i gruppi di ricerca delle quattro sedi) avranno l'obiettivo di formare giovani altamente qualificati nella ricerca, incrementando in maniera significativa le loro opportunità di inserimento lavorativo in settori tecnologicamente avanzati, presenti anche sul territorio regionale. Oltre alla produzione di innovazione, si mirerà a formare competenze trasversali, immediatamente spendibili dal punto di vista professionale e altamente richieste dal mercato del lavoro.

L'università di Federica

Studentessa di Scienze della Comunicazione scritta e ipertestuale. Vivo a Parma da tre anni, quindi fuori sede, originaria della provincia di Bari. Ho lasciato il mio paesino fatto di trulli e ulivi dall'età di diciotto anni: valigia alla mano colma di tante aspettative per intraprendere l'avventura universitaria in una città tutta nuova per me, ma che ormai mi vede crescere semestre dopo semestre e che sento sempre più mia. Quella sensazione nota ai fuori sede, di sentirsi un po' a metà fra due realtà, ormai mi appartiene: mi manca il mio paese quando son qui e quando sono nel mio paese mi manca Parma, con tutto quello che di bello mi regala anno dopo anno. Indipendenza, responsabilità, libertà… e poi ci sono gli amici, i compagni di studentato e di facoltà! Insomma, la mia valigia ha fatto spazio a tante esperienze e consapevolezze nuove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento