Università

Università

Orientamento: due giorni per scoprire le Facoltà

Gli studenti dell'Università di Parma hanno rappresentato ad ogni stand le proprie Facoltà con entusiasmo per soddisfare richieste e curiosità dei "futuri universitari".

La diciottesima edizione delle "Giornate di Orientamento e Informazione", tenutasi a Parma il 26 e 27 Maggio, ha visto collaborare attivamente numerosi studenti universitari che hanno rappresentato le diverse facoltà ad ogni stand illustrativo. I loro preziosi consigli sono stati utili a chiarire le curiosità dei "futuri universitari" che sono accorsi ad usufruire dei vantaggi di questa iniziativa. Per un resoconto sull'esito dell'evento, abbiamo chiesto a Gianfranco Aversa (studente di Economia e vicepresidente della JEParma): «Noi di Economia abbiamo partecipato al Salone dell'Orientamento nel chiostro della facoltà di Lettere, dove c'erano gli stand di entrambe le facoltà. Ho notato, per quanto ci ha riguardato, che l'affluenza è stata bassa poichè l'allestimento degli stand è stato dislocato nelle varie sedi universitarie della città». Gli stand infatti erano presenti anche nelle sedi: Campus, Giurisprudenza, Medicina e Psicologia. «Ma - aggiunge Gianfranco - è stato organizzato tutto al meglio e sono state due bellissime giornate per noi che vi abbiamo partecipato volontariamente. Il nostro contributo non si è fermato alla gestione degli stand, ci sono state anche le presentazioni in aula delle facoltà di Economia e Lettere e per finire due spettacoli di "teatro d'improvvisazione" che hanno riscontrato un notevole successo».

L'università di Federica

Studentessa di Scienze della Comunicazione scritta e ipertestuale. Vivo a Parma da tre anni, quindi fuori sede, originaria della provincia di Bari. Ho lasciato il mio paesino fatto di trulli e ulivi dall'età di diciotto anni: valigia alla mano colma di tante aspettative per intraprendere l'avventura universitaria in una città tutta nuova per me, ma che ormai mi vede crescere semestre dopo semestre e che sento sempre più mia. Quella sensazione nota ai fuori sede, di sentirsi un po' a metà fra due realtà, ormai mi appartiene: mi manca il mio paese quando son qui e quando sono nel mio paese mi manca Parma, con tutto quello che di bello mi regala anno dopo anno. Indipendenza, responsabilità, libertà… e poi ci sono gli amici, i compagni di studentato e di facoltà! Insomma, la mia valigia ha fatto spazio a tante esperienze e consapevolezze nuove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento