Università

Università

International Workshop BioPhotonics: congresso di ricercatori ed esperti

Un'occasione unica di crescita e sviluppo scientifico nel campo delle biotecnologie ottiche

La prima edizione dell'International Workshop BioPhotonics 2011 si è svolta nei giorni 8, 9, e 10 giugno presso il Centro Santa Elisabetta al Campus Universitario. Organizzato dall'Università di Parma, IEEE Italy Section e IEEE Photonic Society-Italian Charter con il supporto e il Patrocinio comunale, questo congresso è stato ideato per collegare in un'unica manifestazione ricercatori ed esperti provenienti da diverse aree scientifiche. L'obiettivo, in questo ambito dalla portata internazionale, è quello di sviluppare nuove piattaforme tecnologiche per l’indagine, il rilevamento e il trattamento di particolari malattie. Biophotonics 2011 ha rappresentato un appuntamento scientifico unico su scala mondiale per la diffusione del progresso tecnologico, un momento di interscambio culturale e di professionalità di altissimo livello tra scienziati provenienti da tutto il mondo. «Questo appuntamento – ha spiegato il professor Stefano Selleri dell’Università di Parma – è stato di notevole interesse scientifico: sono intervenute persone provenienti da tutto il mondo. Da rilevare inoltre il coinvolgimento di diversi enti, a livello internazionale, a testimonianza dell’importanza del congresso». L'iniziativa, di grande prestigio e visibilità, è stata promossa da: IEEE Engineering in Medicine and Biology - Italy Charter,  IEEE Nanotechnology Council - Italy Charter, Divisione Chimica Analitica - Società Chimica Italiana, Photonics 4 Life, EOS - European Optical Society,  SIEM - Società Italiana di Elettromagnetismo e SIOF - Società Italiana di Ottica e Fotonica. Gli sponsor provenienti da ditte del settore sono stati: Poliambularorio Dalla Rosa Prati (Centro Diagnostico Europeo in Parma), Alfatest srl, Horiba Scientific, Lot Horiel Group, Humamatsu e AMS Technologies. Inoltre, biologi, chimici, fisici, ingegneri ed altri esperti del settore sono stati coinvolti per fornire ciascuno il proprio contributo alla ricerca e al progresso tecnologico. Le applicazioni pratiche di questo tema multidisciplinare e attuale quanto innovativo sono state diverse: dall’analisi e la diagnostica medica, al controllo e la sicurezza nell’industria agricola e in quella alimentare. Tutti gli approcci e metodi scientifici che sono stati proposti, studiati e discussi durante questa manifestazione rappresentano lo stato dell’arte dell’innovazione, che verrà impiegata nel prossimo futuro. «Continuiamo positivamente – tiene a sottolineare l’Assessore comunale all’Ambiente Cristina Sassi – una collaborazione attiva con la nostra Università, che ha diverse eccellenze e lo ha dimostrato anche con questo convegno». Il Comitato Organizzatore ha ringraziato il Comune e i sostenitori per la sensibilità mostrata nei confronti di questo evento che ha costituito certamente un'importante vetrina per la città di Parma e un’occasione unica di crescita e sviluppo scientifico nel campo delle biotecnologie ottiche.

L'università di Federica

Studentessa di Scienze della Comunicazione scritta e ipertestuale. Vivo a Parma da tre anni, quindi fuori sede, originaria della provincia di Bari. Ho lasciato il mio paesino fatto di trulli e ulivi dall'età di diciotto anni: valigia alla mano colma di tante aspettative per intraprendere l'avventura universitaria in una città tutta nuova per me, ma che ormai mi vede crescere semestre dopo semestre e che sento sempre più mia. Quella sensazione nota ai fuori sede, di sentirsi un po' a metà fra due realtà, ormai mi appartiene: mi manca il mio paese quando son qui e quando sono nel mio paese mi manca Parma, con tutto quello che di bello mi regala anno dopo anno. Indipendenza, responsabilità, libertà… e poi ci sono gli amici, i compagni di studentato e di facoltà! Insomma, la mia valigia ha fatto spazio a tante esperienze e consapevolezze nuove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento