Università

Università

«Mamma guarda come studio!», la Partita del Cuore vista dagli studenti

Gli universitari di Parma allo Stadio Tardini per una serata all'insegna di musica, sport e solidarietà

«Tranquilla mamma, sono a Parma per studiare!» - Il ritornello della famosa "Ciao Mamma" di Jovanotti sembra aver ispirato alcuni studenti di Parma ad esibire questo ironico e simpatico messaggio degno di "Striscia lo Striscione" allo Stadio Tardini nello scorso 30 Maggio. In occasione della Partita del Cuore, che ha riscosso un grandissimo successo, lo stadio di Parma è stato gremito da tantissimi universitari a caccia di svaghi del lunedì pomeriggio... E quale svago migliore se non quello di assistere a Raoul Bova o Alex Britti che corrono in tenuta da calciatore sul campo? Questo almeno è ciò che ha motivato la maggior parte delle ragazze accorse insolitamente allo stadio, le cui urla dominanti hanno fatto intuire di essere persino in maggioranza rispetto agli uomini! Ma anche le emozioni che ha regalato Claudio Baglioni con le sue canzoni nel post partita non sono state da meno: unendo musica, sport e solidarietà, questo evento ha piacevolmente spinto anche gli universitari a rendersi partecipi di un'iniziativa benefica e importante. E così, nonostante la sessione estiva d'esami ormai alle porte, gli studenti hanno abbandonato scrivanie e libri per una serata all'insegna di un divertimento decisamente alternativo, applaudendo a vip e cantanti preferiti o fischiando alla martire squadra di politici che si è però coraggiosamente esposta! Inoltre, per agevolare la partecipazione degli universitari, l'azienda Conad ha comprato l'intera Curva Sud distribuendo biglietti gratuiti ai fuori sede degli studentati parmigiani in cambio di magliette-sponsor da indossare. Ovviamente il pensiero dei fuori sede è andato subito ai familiari lontani e probabilmente sintonizzati su Rai 1, ignari di ritrovare il proprio figlio inquadrato sugli spalti mentre lo si immaginava a studiare in biblioteca triste e solitario! Ecco che lo striscione citato, insieme ad un altro cartello «Mamma guarda come studio!», avranno sicuramente colpito e sorpreso ma allo stesso tempo strappato un sorriso. Infondo era pur sempre la Partita del Cuore... e noi studenti, si sa, oltre ad allenare il cervello teniamo allenato anche quello!

L'università di Federica

Studentessa di Scienze della Comunicazione scritta e ipertestuale. Vivo a Parma da tre anni, quindi fuori sede, originaria della provincia di Bari. Ho lasciato il mio paesino fatto di trulli e ulivi dall'età di diciotto anni: valigia alla mano colma di tante aspettative per intraprendere l'avventura universitaria in una città tutta nuova per me, ma che ormai mi vede crescere semestre dopo semestre e che sento sempre più mia. Quella sensazione nota ai fuori sede, di sentirsi un po' a metà fra due realtà, ormai mi appartiene: mi manca il mio paese quando son qui e quando sono nel mio paese mi manca Parma, con tutto quello che di bello mi regala anno dopo anno. Indipendenza, responsabilità, libertà… e poi ci sono gli amici, i compagni di studentato e di facoltà! Insomma, la mia valigia ha fatto spazio a tante esperienze e consapevolezze nuove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento