Università

Università

Premio internazionale a Water(on)line: il portale redatto dagli studenti di Giornalismo

Intervista al Prof. Giorgio Triani, direttore responsabile del giornale d'acqua, ambiente e paesaggio che si è aggiudicato la vittoria del "Sea Heritage Best Communication Campaign Award"

«Water(on)line nasce da un'idea legata al premio internazionale Scritture d'Acqua nel 2009 - spiega il Prof. di Comunicazione giornalistica e pubblicitaria Giorgio Triani, direttore responsabile e animatore del progetto firmato Università di Parma - si pensava ad un numero speciale, ma poi si è andati avanti perché, essendo il tema "acqua" onnipresente e declinabile in tanti mnodi, si è notato che sarebbe potuto diventare una "nave scuola", cioè un luogo di scrittura giornalistica vero e proprio». A detta del Prof. Triani, gli studenti/giornalisti hanno massima autonomia e potere d'iniziativa: «Adesso sono una decina a collaborare, con gradi di coinvolgimento diversi. C'è anche una certa rotazione, ovviamente, ma sino ad ora ogni anno abbiamo trovato un paio di studenti molto impeganti e bravi, anche nel gestire lo strumento che, come appunto testimonia il premio che abbiamo preso, comincia ad essere di buona qualità». Ed è proprio per l'originalità del progetto, l'elevata fruibilità del modello e l'interessante sintesi comunicativa, con relative strategie impiegate, che Water(on)line (https://www.wateronline.info/) è stato premiato nell'ambito di "Big Blu", ossia il 6° salone internazionale della Nautica e del Mare, tenutosi a Roma lo scorso febbraio. Si tratta, dunque, di un premio rivolto alle migliori campagne di comunicazione che valorizzano il patrimonio marittimo, ambientale ed energetico, vinto dagli studenti del corso di laurea in Giornalismo e Cultura Editoriale dell'Università di Parma al cospetto della critica nella terza edizione del "Sea Heritage Best Communication Campaign Award". «L'obiettivo che si è pefisso Water(on)line è quello di offrire un luogo di pratica giornalistica che abbia un riscontro di pubblico. Attualmente vi sono più di 150 mila visitatori unici al mese e circa 500 mila contatti - aggiunge il Prof. Triani - sono valutazioni in prospettiva, ma si valuta la possibilità di avere le condizioni per dare vita a un'impresa editoriale vera e propria. Siamo stati infatti contatatti, anche da agenzie pubblicitarie. Abbiamo allargato i temi (anche ad ambiente e paesaggio); già facciamo e presto faremo meglio una rassegna stampa internazionale che aggiorniamo quasi quotidianamente; stiamo allargando le collaborazioni anche all'esterno (già oggi abbiamo collaboratori molto autorevoli cone Giuseppe Altamore, caporedattore di Famiglia Cristiana e uno dei massimi esperti di politiche idriche o Alex Orlowski, che è un guru dei new media e particolare di viral videos). Inoltre, abbiamo aperto rubriche come " Giardino e orto...con vista cucina" che coinvolgono molto gli appassionati». Il Prof. ci tiene a sottolineare che i redattori di Water(on)line producono un'informazione di primo livello che inizia a suscitare offerte di collaborazione da tutt'Italia, con prevalenza di laureati/laureandi in Comunicazione (specialistiche incluse) e che la struttura del sito web è stata creata dalla caporedattrice Silvia Parmeggiani, per la quale il Prof. nutre profonda stima.    

L'università di Federica

Studentessa di Scienze della Comunicazione scritta e ipertestuale. Vivo a Parma da tre anni, quindi fuori sede, originaria della provincia di Bari. Ho lasciato il mio paesino fatto di trulli e ulivi dall'età di diciotto anni: valigia alla mano colma di tante aspettative per intraprendere l'avventura universitaria in una città tutta nuova per me, ma che ormai mi vede crescere semestre dopo semestre e che sento sempre più mia. Quella sensazione nota ai fuori sede, di sentirsi un po' a metà fra due realtà, ormai mi appartiene: mi manca il mio paese quando son qui e quando sono nel mio paese mi manca Parma, con tutto quello che di bello mi regala anno dopo anno. Indipendenza, responsabilità, libertà… e poi ci sono gli amici, i compagni di studentato e di facoltà! Insomma, la mia valigia ha fatto spazio a tante esperienze e consapevolezze nuove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ParmaToday è in caricamento