rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Casa San Leonardo / Via Toscana

Pestano a sangue un 15enne per un regolamento di conti: denunciati 4 giovani tra i 14 e i 18 anni

Il raid all'interno del parco Falcone Borsellino: il minorenne sarebbe stato spinto a terra e colpito con calci al volto, a un braccio e allo stomaco

Quattro giovani di età compresa tra i 14 ed i 18 anni sono stati indagati dalla Polizia Locale di Parma per un’aggressione ai danni di un quindicenne. I ragazzi sono accusati in concorso tra loro per il reato di lesioni personali volontarie, aggravato dalla minore età della vittima e dal fatto che l’azione violenta si sia svolta vicino a un istituto scolastico.

Lo scorso 17 dicembre il giovane si trovava in via Toscana all'uscita di scuola, quando i quattro ragazzi, con uno dei quali la vittima sembra aver avuto precedentemente dei diverbi, dopo averlo aspettato e dopo un primo scambio di battute, avrebbero inseguito il quindicenne fino al parco Falcone e Borsellino. Qui, raggiunto da due degli aggressori, sarebbe stato spinto a terra e colpito con calci al volto, a un braccio e allo stomaco.

È in corso di valutazione la posizione degli altri due membri del gruppo, che potrebbero essersi limitati al ruolo di “palo”, avvisando gli aggressori dell'arrivo degli agenti di Polizia Locale (che nel frattempo erano stati allertati da alcuni testimoni) per poi dileguarsi tutti insieme.

In relazione alle lesioni sofferte, il ragazzo è dovuto ricorrere a cure mediche e nei giorni successivi, accompagnato dai genitori, si è presentato al Comando di strada del Taglio per denunciare i fatti. Attraverso varie testimonianze e con la collaborazione degli istituti scolastici, gli agenti della Polizia Locale sono riusciti a individuare i giovani coinvolti, deferendo all’Autorità Giudiziaria tre minorenni e un diciottenne.

“L’attività della Polizia Locale – sottolinea l’assessore alla Legalità Francesco De Vanna - dimostra un impegno costante e continuativo nel contrastare ogni atto di bullismo: un fenomeno che troppo spesso avviene a danno dei nostri giovani e giovanissimi. La sensibilizzazione e il contrasto nei confronti di queste azioni rappresenta un impegno centrale per l’Amministrazione Comunale, che vogliamo sostenere, oltre che mediante il fondamentale operato sul territorio della Polizia Locale, anche attraverso la promozione di percorsi educativi e culturali rivolti ai giovani”.

La tematica del disagio giovanile, che purtroppo spesso si manifesta attraverso fenomeni di bullismo e uso di sostanze stupefacenti, è in costante crescita: proprio in queste settimane, Comune di Parma e Polizia Locale hanno organizzato una serie di incontri in alcuni quartieri della città dal titolo "Giovani e Benessere: una sfida da vincere".

Attraverso questi appuntamenti, realizzati con la collaborazione dell'Associazione Controllo di Vicinato e della Comunità Betania, si cercherà di individuare il corretto approccio per stabilire dialogo e fiducia in famiglia, anche grazie all'intervento di una specialista in sociologia della devianza e metodologia della ricerca sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestano a sangue un 15enne per un regolamento di conti: denunciati 4 giovani tra i 14 e i 18 anni

ParmaToday è in caricamento