cena con delitto on line per bambine e bambini nei castelli del ducato

Un 2021 ricco di date e avvincenti giochi al Castello di Gropparello.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Si gioca, si ride, si impara, si cucina e si mangia per davvero, tutti insieme, ciascuno davanti al proprio computer: la cena con delitto on line per bambine e bambini da 8 a 12 anni, proposta dal Castello di Gropparello sempre con trame diverse, in date periodiche tutto l'anno o su prenotazione per gruppi, compleanni, regali e sorprese nel 2021, è una esperienza coinvolgente da sperimentare. Per raccontarvela, l'abbiamo provata anche noi e ci siamo divertiti! Tanto! C'erano proprio tutti gli ingredienti, quelli per impastare le chicche della nonna o gli gnocchi fatti in casa dalla proprietaria della roccaforte in persona, e quelli per servire un giallo perfetto conditi dal fitto mistero che aleggia sul maniero! Informazioni: info@castellidelducato.it Lo Staff dei Castelli del Ducato si è messo in gioco e, tra un indizio e l'altro, ha toccato con mano la capacità degli animatori di tenere viva l'attenzione nei più piccoli, la bravura a coinvolgere anche i più grandicelli e gli adulti, la bravura della chef che ha preparato un piatto di chicche della nonna, ingrediente dopo ingrediente, guidando i piccoli cuochi – tutti collegati dalle loro cucine – nella preparazione della ricetta e la gioia di mangiare il piatto cotto e mangiato tutti insieme davanti allo schermo, a lume di candela, con una bella candela accesa, per rendere l'atmosfera ancora più suggestiva E nel giro di quasi tre ore un delitto si rievoca, una misteriosa contessa vaga (per davvero) nelle magnifiche sale del Castello di Gropparello incontrando spettri che la tengono insonne, un assassinio compiuto tempo addietro da chissà quale dei fantasmi che si agitano nelle notti sospese nel maniero. I bambini e le bambine giocano, fanno domande, possono parlare tra loro e con gli animatori, il tutto orchestrato dal Mago Zoom che tra battute e indovinelli tiene il filo del gomitolo. Come funziona dopo che avete acquistato il vostro biglietto di partecipazione? Il Castello di Gropparello invia una mail nei giorni precedenti con una piccola lista della spesa, fatta di cose che facilmente sono nelle dispense di tutte le case; l’elenco degli utensili che serviranno per cucinare; la richiesta di un candeliere con almeno 1 candela (meglio se le candele sono 3 o 5, perché fanno più luce). E per chi non ce l'ha un suggerimento all'antica, molto pratico, prendere un bicchiere da liquore o un flut da aperitivo, nel quale mettere sale grosso e dentro il quale infilare in piedi la candela. L’attività punta nella prima fase a creare una empatia fra i bambini e gli animatori, e a dare un po di manualità e autonomia ai ragazzi riguardo alla preparazione del cibo, della tavola, un po’ di galateo. Le ricettine che il Castello di Gropparello propone sono semplici e divertenti, ma pur sempre i ragazzi dovranno usare il coltello, una forchetta, e se vorranno fare tutto loro, anche una padella con la fiamma. Il consiglio ai genitori o ai fratelli maggiorenni è vigilare durante la preparazione della cena. Cerca gli indizi! Supera le prove! Trova il colpevole! La cena con delitto al Castello di Gropparello – nel circuito Castelli del Ducato – è perfetta per un compleanno con tanti bimbi tutti collregati da casa propria in contemporanea, per una attività didattica creativa a scuola, per trascorrere un pomeriggio con gli amichetti e le amichette. Servono una connessione Internet, un pc con webcam e microfono, penna e carta per prendere appunti! Una volta prenotato il gioco ogni partecipante riceve una mail con le istruzioni ed il link per accedere alla stanza “Zoom” alla quale collegarsi con un semplice click nell’orario prestabilito. Una volta connessi all’evento basta seguire le istruzioni del conduttore che indica quando disattivare o attivare il proprio audio. Nel territorio trovate un patrimonio idrico-fluviale-paesaggistico da scoprire. Castelli del Ducato con Comune di Monchio delle Corti, capofila, e Parchi del Ducato è impegnato, come da Ptpl Dte 2021, su progetti di outdoor e turismo culturale-enogastronomico lungo le vie d'acqua tra borghi, parchi, castelli per la promozione e diffusione dell’ecoturismo, dando un nuovo valore esperienziale ai beni materiali e immateriali che caratterizzano il patrimonio dei territori. Come da Ptpl 2020 continua l'impegno con gli Ambasciatori del Territorio e Fondazione Cariparma nell'ambito di Destinazione Turistica Emilia. Ufficio Comunicazione – Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli e Guastalla con itinerari verso il territorio di Cremona e di Reggio Emilia Dott.ssa Francesca Maffini www.castellidelducato.it L’Ufficio Stampa non si assume responsabilità per eventuali variazioni di programma né per sponsor, partner ed enti non citati nel presente Comunicato Stampa.
Torna su
ParmaToday è in caricamento