rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
ParmaToday

colorno: vandalizzata la panchina contro la violenza sulle donne.

Ignoti hanno tentato di sradicare la targa in ricordo delle donne vittime di violenza ed hanno distrutto alcune panchine in legno.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday Preg.ma stampa, scrivo per mettere al corrente i miei concittadini di quanto sta avvenendo in orario pre-serale presso il parco "Le campane" di via Pasini a Colorno. Avendo ricevuto nei giorni scorsi diverse segnalazioni di atti vandalici e comportamenti scorretti e pericolosi, nella giornata del 15 ottobre mi sono recato sul posto per un sopralluogo. La prima cosa che ho scorto, è stata la presenza di giovani di età compresa tra i 14 e i 16 anni che accedevano al giardino in monopattino o bicicletta ed a velocità sostenuta, sebbene vi sia divieto di farlo. Gli stessi incuranti di alcune famiglie e bambini hanno anche occupato l'area giochi facendo uso improprio delle altalene e dello scivolo. La cosa peggiore però è stato vedere vandalizzata la panchina rossa, simbolo della violenza contro le donne. Ignoti hanno cercato di sradicare la targa affissa e forse interrotti da qualcuno hanno desistito lasciando comunque rovinato il messaggio inciso sulla medesima. Oltre a diversi rifiuti nell'erba e tra le siepi (buste di patatine, di M&M, di bottiglie di alcolici e mascherine etc...) alcune panchine in legno sono state gravemente danneggiate. Le assi di legno che componevano la spalliera e la seduta, sono state divelte (probabilmente a calci perché fissate con grosse viti) e buttate a terra. Non sono riuscito a fotografare il tutto, in quanto alcune coppiette erano intente a "fumare" e a guardarmi in malo modo. Ciò che dichiaro però è facilmente verificabile recandosi sul posto. Il risultato è stato quello di assistere ad un comportamento non solo incivile e commesso da persone annoiate, bensì una vera e propria mancanza di rispetto per tutte quelle donne che hanno perso la vita e per le loro famiglie. Come se non bastasse all'uscita del parco, suv e motociclette, incuranti dei limiti di velocità hanno sfrecciato a tutta velocità verso la frazione Vedole e verso via Melloni. Sebbene il parco sia stato curato nel taglio dell'erba, ho potuto assistere ad un vero e proprio "faccio ciò che voglio". Ovviamente non ci sono telecamere, la polizia locale scarseggia, e le poche fototrappole magari vengono posizionate in un ampio raggio di territorio, divenendo così insufficienti. Mi rivolto all'amministrazione del comune, ringraziandola fin d'ora, affinché trovi una soluzione definitiva a questo annoso problema. Nicola Scillitani Amo - Colorno
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

colorno: vandalizzata la panchina contro la violenza sulle donne.

ParmaToday è in caricamento