menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Restano in carcere gli indagati dell'inchiesta Green Money 2

Restano in carcere gli indagati dell'inchiesta Green Money 2

Tangenti: restano in carcere Moruzzi, Balisciano e Bertoli

Il Tribunale del riesame ha negato la scarcerazione per i due dirigenti comunali, il presidente di Engioi e il direttore di Iren Parma, arrestati lo scorso 24 giugno nell'ambito dell'inchiesta Green Money 2

Il Tribunale del riesame ha detto no alla scarcerazione di Moruzzi, Balisciano e Bertoli. I due dirigenti comunali, il presidente di Engioi e il direttore di Iren Parma, arrestati lo scorso 24 giugno nell'ambito dell'inchiesta Green Money 2, secondo l'accusa erano i capi saldi del sistema di corruzione e tangenti venuto a galla con l'inchiesta sugli appalti del verde pubblico.

Nei giorni scorsi il tribunale aveva deciso per i domiciliari nei confronti di Norberto Mangiarotti: decisione legata alla volontà di collaborare da parte dell'imprenditore. Sono ancora in carcere, invece, l'ex comandante della Municipale, Giovanni Maria Jacobazzi, l'investigatore privato Giuseppe Lupacchini e l'imprenditore Gianluca Facini.

Attesa per oggi l'udienza di Gian Vittorio Andreaus e Tommaso Mori, responsabili di Student Work System, e Alessandro Forni, imprenditore nel settore ambientale.

SPECIALE GREEN MONEY: TUTTI GLI ARTICOLI

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento