menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Commemorazione 11 settembre 2001

Commemorazione 11 settembre 2001

Via 11 settembre 2001, Parma ricorda le vittime del terrorismo

A dieci anni dall’attacco alle Torri Gemelle e al Pentagono, nel quale sono morte quasi tremila persone, deposta una corona di fiori nella strada intitolata a memoria di quella tragedia

Parma ricorda una delle più gravi tragedie degli ultimi anni. A dieci anni dall’attacco alle Torri Gemelle e al Pentagono, nel quale sono morte quasi tremila persone, l’Amministrazione comunale ricorda le vittime di quegli attentati terroristici con la deposizione di una corona di fiori in via 11 Settembre 2001, una strada di recente realizzazione nell’area residenziale che sta sorgendo fra la tangenziale sud e via Chiavari.

Alla cerimonia, nel corso della quale è stata deposta una corona di fiori ed è stato anche osservato un minuto di silenzio, è intervenuto l’assessore alla Toponomastica, Fabio Fecci, che ha seguito, in qualità di presidente della commissione toponomastica, l’iter per l’intitolazione della strada.
"Parma - ha spiegato l'Assessore Fecci - intende onorare la memoria delle vittime degli attacchi terrostici, a cui ha dedicato questa via. Si tratta di un momento doveroso e importante, che vuole anche sottolineare i valori di democrazia e di libertà alla base della vita civile".

Presenti anche il consigliere regionale Luigi Giuseppe Villani, consiglieri comunali e di quartiere (compreso il Presidente del Molinetto) e cittadini.
Sempre in questa zona, l’Amministrazione ha voluto ricordare altre date significative della storia recente, come via 2 Agosto 1980 in ricordo della bomba nella stazione di Bologna, e altre vittime del terrorismo, come i caduti di Nassirya a cui è stata dedicata un’altra strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento