menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sbirri infami, dovete morire", calci e pugni ai carabinieri: 18enne arrestato davanti al Mu

Il giovane ha cercato di danneggiare il finestrino posteriore dell'auto dei militari, che lo hanno caricato per portarlo in caserma, con la propria testa

Si è recato presso il circolo Arci Mu ed ha iniziato ad insultare l'addetto alla sicurezza all'ingresso e a spintornarlo con forza. La serata di un giovane di 18 anni si è conclusa con l'arresto per resistenza: ora si trova in una delle camere di sicurezza della caserma in attesa del processo per direttissima. Una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Parma ha ricevuto una segnalazione sulla presenza del giovane all'ingresso del locale: dopo aver cercato di calmare gli animi del ragazzo i militari sono stati insultati dal 18enne con espressioni del tipo  “ACAB sbirri di merda, dovete morire fottuti sbirri infami”. Dopo gli insulti il giovane ha iniziato a sputare addosso ai carabinieri e a spingerli. Due militari hanno cercato di fermarlo ma il giovane ha reagito con calci e pugni. A quel punto i carabinieri hanno deciso di portarlo in caserma, in stato di arresto: durante il tragitto il giovane ha anche cercato di danneggiare il finestrino posteriore dell'auto con la propria testa. Un carabiniere ha riportato un trauma facciale e una contusione al ginocchio mentre l'altro un trauma distorsivo a quattro dita della mano. Il 18enne si trova nelle camere di sicurezza, in attesa del processo per direttissima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 125 nuovi contagi e un morto

  • Cronaca

    Parma da oggi in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento