Liberazione, cittadini e istituzioni in corteo. Pizzarotti: "Mettere da parte l'egoismo"

Corteo del 25 aprile da piazzale Santa Croce a Piazza Garibaldi. Centinaia di cittadini stanno partecipando al corteo ufficiale per la Festa di Liberazione: bandiere, striscioni e i gonfaloni dei Comun

Festa della Liberazione. Questa mattina, a Parma, centinaia di cittadini hanno partecipato al tradizionale corteo partito da piazzale Santa Croce e conclusosi in piazza Garibaldi. Bandiere, striscioni e i gonfaloni dei Comuni tutti in fila per ricordare la vittoria contro il nazifascismo e la Liberazione della città, "per ritrovarsi e riconoscersi. Questo è il messaggio fodamentale che viene dal passato: rilanciare e ripartire, ma soprattutto riscoprire le nostre radici e andare avanti". Con questo spirito lungo il persorso sono state deposte corone di fiori davanti al monumento ai Caduti e al monumento al Partigiano.

Quest'anno, inoltre, ricorre anche il 70esimo anniversario dall'inizio della lotta di Resistenza e alla manifestazione erano presenti diversi partigiani della città. "Guardiamo alla realtà - commenta Renato Lori, partigiano 'Flick' - molti giovani pensano con preoccupazione al futuro e alla possibilità di realizzarsi e di realizzare i loro progetti e i loro sogni, bisogna avere fiducia in quei giovani. Questo è quello che è rimasto ancora nel cuore dei combattenti". Ma insieme alla vecchia guardia della città c'erano anche tanti giovani. Uno in particolare si è fatto portavoce di tutti, Amedeo Parmigiani, 19enne rappresentante della Consulta degli studenti: "Noi giovani oggi siamo qui per metterci al fianco dei combattenti, ma anche per dire che in questa particolare situazione economica e sociale vediamo con chiarezza che non ci vengono date certezze, nè prospettive future. Eppure io continuo a sperare che si trovi un modo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In corteo anche il sindaco Federico Pizzarotti e il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi e tanti consiglieri di maggioranza e opposizione. Accanto al sindaco la parlamentare del Pd Patrizia Maestri. "E' una giornata per me emozionante - ha commentato il primo cittadino -. Bisogna guardare ai valori in cui si riconosce la Resistenza in particolare nel desiderio di libertà presente in ciascuno di noi per affrontare un periodo difficile. Dobbiamo mettere da parte l'egoismo, metterci a disposizione della comunità in una realtà in cui è anomalo il fatto che i giovani non abbiano il lavoro o abbandonino la scuola, e le istituzioni e la politica vengono viste come soggetti distanti dalla gente. E' per questo che ognuno deve dare il proprio apporto e guardare in modo diverso alla realtà per capire cosa, egli stesso, può fare per cambiare lo stato delle cose"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento