menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insegue il 'rivale' con un machete: in auto pc e televisori, comprati con la carta di credito di una 90enne derubata

Paura nel pomeriggio di ieri in via Lazio, un giovane ne minacciava un altro per gelosia. I Carabinieri hanno fermato un 33enne e una 20enne italiani. I due si erano dati alle spese folli con la carta di credito di un'anziana, borseggiata il 6 settembre

Un giovane che ne inseguiva un altro, armato di una grosso machete in via Lazio e, dietro di loro, una ragazza più giovane. E' questa la scena alla quale hanno assistito gli abitanti della zona nel pomeriggio di ieri, 19 settembre, verso le ore 19. Qualcuno ha avvertito i Carabinieri che, dato la gravità e la pericolosità della situazione, si sono precipitati sul posto. Appena arrivati hanno trovato due ragazzi, un uomo ed una donna, in strada e li hanno identificati: i militari hanno effettuato una perquisizione personale ed una nell'auto del 33enne italiano appena identificato. Come prima cosa nell'auto hanno trovato il grosso coltello -tra l'altro sporco di sangue- brandito appena prima come minaccia contro una terza persona, scappata prima dell'arrivo dei Carabinieri.

Prelevano 5 mila euro dal conto di una 90enne derubata

Approfondendo la ricerca i militari hanno anche trovato i documenti di identità e la carta di credito, oltre ad altri effetti personali, di un'anziana 90enne che era stata borseggiata a Parma il 6 settebre. Sempre all'interno della vettura sono stati trovati un computer, un televisore con lo schermo piatto e un impianto audio di alto livello. Gli inquirenti hanno verificato, visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che il 33enne, insieme alla ragazza 20enne italiana che era con lui, avevano in più occasioni fatto acquisti utilizzando la carta di credito della 90enne derubata in noti store tecnologici: gli oggetti trovati nell'auto erano proprio quelli comprati con i soldi dell'anziana. In alcuni giorni i due hanno prelevato 5 mila euro dal conto: il valore della merce sequestrata è di circa 1.200 euro. Il 33enne è stato denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere, oltre che per uso fraudolento di carte di credito e ricettazione: per gli ultimi due reati è stata denunciata anche la 20enne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento