menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

60enne indagato per rapina impropria: aveva minacciato un anziano per della cicoria

L'uomo era entrato nella proprietà dell'anziano per rubare della cicoria dal campo. Quando il proprietario lo aveva redarguito il sessantenne lo aveva minacciato puntandogli un coltello al volto.

P. V., 60 anni di origini siciliane, è stato indagato in stato di libertà per il reato di rapina impropria e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L'uomo è stato indagato in seguito a una vicenda avvenuta l'8 febbraio scorso nel corso della quale è intervenuta la Polizia. Intorno alle ore 10.00 dell'8 febbraio un anziano ha richiesto l’intervento della Polizia in quanto, poco prima, era stato minacciato da uno sconosciuto.
L’anziano ha riferito agli uomini della Questura che poco prima, dalla sua abitazione, aveva notato un individuo nel suo campo intento a raccogliere della cicoria.
Infastidito dal fatto che non fosse la prima volta che notava persone fare incetta di verdura senza chiedergli il permesso, era uscito di casa e aveva raggiunto l'uomo al quale aveva chiesto chi gli avesse dato il permesso di raccogliere la verdura. Quest'ultimo,  rimanendo chino a raccogliere la cicoria e senza degnarlo di uno sguardo, gli aveva di essere autorizzato dal padrone.
L’anziano, sentendosi anche preso in giro, lo aveva sgridato dicendogli che il padrone era lui e non aveva dato alcun permesso al riguardo.
L’individuo a quel punto aveva interrotto la raccolta avvicinandosi al proprietario del campo e, puntandogli un coltello con una lama di oltre 20 centimetri al volto, gli aveva detto: "Se non la pianti ti taglio la gola", mimando il gesto di tagliargliela.
Mentre l’anziano rimaneva basito per la reazione dell'uomo, quest’ultimo aveva richiuso il coltello a serramanico e, con la borsa piena di verdura, era salito sull’auto ferma nelle vicinanze e si era allontanato.
Ripresosi dallo spavento e dallo stupore, l’anziano ha richiesto l’intervento della Polizia a cui ha fornito la targa dell’autovettura con cui s’era allontanato l'aggressore ed in seguito si è recato in Questura per sporgere denuncia per quanto accaduto.

Gli investigatori della Sezione Antirapine, accertata l’identità del proprietario dell’auto, lo hanno poi convocato presso gli uffici della Squadra Mobile dove inizialmente il sessantenne ha tentar ci negare l’accaduto per poi minimizzare il tutto.
In seguito l'anziano, convocato in Questura, ha riconosciuto con certezza, in un fascicolo fotografico,  la foto dell'individuo che lo aveva minacciato. Il sessantenne é star così indagato in stato di libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento