menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commemorazioni per l'8 settembre: il ricordo nei luoghi della Resistenza

Parma ricorda l'8 settembre e l'impegno della sua gente per contrastare il fascismo con una giornata di appuntamenti davanti ai luoghi simbolo della Resistenza

Era l'8 settembre 1943 quando il Maresciallo Badoglio annunciò l'armistizio con gli Alleati. Un momento storico cruciale che portò Parma a organizzare la Resistenza, sino a quel 25 aprile del '45. 7500  i partigiani che combatterono per la Liberazione, 694 persero la vita, 400 finirono sotto le macerie dei bombardamenti, senza contare i dispersi, i deportati e chi rimase mutilato o invalido. A ricordo dell'impegno e del sacrificio della sua gente in favore della Liberazione, oggi Parma ricorda quell'8 settembre con una commemorazione ufficiale, iniziata sotto i Portici del Grano per toccare i luoghi simbolo della resistenza, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni, tra cui la parlamentare Patrizia Maestri e il senatore Giorgio Pagliari, le associazioni partigiane, combattentistiche e d'Arma.

Tra i luoghi simbolo l'edificio in cui, il 15 ottobre 1943, si costituì il Comitato di Liberazione Nazionale Provinciale a cui presero parte tutti i partiti antifascisti, lo studio notarile di Giuseppe Micheli. Posta davanti all'ingresso una corona d'alloro in ricordo dell'impegno del comitato nazionale per il riscatto "dell'Italia dalla schiavitù domestica e straniera". Un omaggio con una corona commemorativa anche davanti alle ex carceri di San Francesco, in ricordo di Gennaro Capuano, Enrico Marchesano e Giuseppe Patrone, agenti di custodia fucilati dai nazifascisti nel '44. Tappa anche al tiro a segno nazionale in omaggio al monumento dedicato agli ammiragli Campioni e Mascherpa.

Tra i luoghi di commemorazione anche l'ex sede della scuola di applicazione di fanteria, che ora ospita il comando provinciale dei Carabinieri, per poi fare tappa in piazzale Rondani al monumento alle Barricate. Ricrodato anche il 33° reggimento Carristi con un omaggio davanti alla lapide in piazzale Marsala, per poi concludere, dopo il ricordo davanti al monumento dei caduti partigiani alla Villetta,  a villa Braga a Mariano con la commemorazione ufficiale con il ricordo delle associazioni partigiane e delle istituzioni, per non dimenticare l'impegno di Parma nella Resistenza e per la Liberazione, e chi ha dato la vita per la patria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento