Da lunedì 9 dicembre l'Italia si ferma: sit-in anche a Parma

Lunedì 9 dicembre. L'Italia si Ferma. Sul tutto il territorio nazionale sono annunciate iniziative di protesta. Anche Parma parteciperà alla giornata, promossa dal Coordinamento Nazionale di gruppi e movimenti

Lunedì 9 dicembre. L'Italia si Ferma. Sul tutto il territorio nazionale sono annunciate iniziative di protesta e di blocco. Anche Parma parteciperà alla giornata, promossa dal Coordinamento Nazionale di gruppi e movimenti. La protesta prenderà il via alle ore 22.30 di domenica 8 dicembre; per Parma l'appuntamento è al parcheggio Scambiatore Nord. Qui si terrà un sit-in: verrà allestita una postazione fissa. Sono previste iniziative in tutta la Regione Emilia-Romagna e in tante città d'Italia. 

BLOCCO DELL'AUTOTRASPORTO. Scatta alla mezzanotte di domenica 8 dicembre il fermo nazionale dell'autotrasporto, proclamato dal 9 al 13 dicembre da Trasportounito. Tra qualche ora, quindi, l'Italia sarà a rischio paralisi. "I danni che deriveranno all'economia del paese - sostiene il segretario generale Maurizio Longo - con tutti i risvolti sociali conseguenti, sono da attribuirsi esclusivamente alla politica miope e incapace di affrontare concretamente i problemi che sono alla base dell'economia reale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VOLANTINO. Ecco il testo del volantino diffuso a Parma nei giorni scorsi. "Ci hanno accompagnati alla fame, hanno distrutto l'identità di un Paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni. Dal 9 dicembre 2013 l'Italia che produce in qualsiasi settore, l'Italia dei disoccupati, dei precari, dei giovani, degli studenti, dei padri, delle madri, dei figli e di chiunque voglia dire basta. Questa Italia si ribella e scende nelle strade e nelle piazze contro il far-west della globalizzazione che ha sterminato il lavoro degli italiani, contro questo modello di Europa, per riprenderci la sovranità popolare e monetaria, per riappropriarci della Democrazia, per il rispetto della Costituzione, contro un Governo di nominati. Per difendere la nostra dignità. Ribellarsi è un dovere" firmato il Coordinamento nazionale di gruppi e dei movimenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento