menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da lunedì 9 dicembre l'Italia si ferma: sit-in anche a Parma

Lunedì 9 dicembre. L'Italia si Ferma. Sul tutto il territorio nazionale sono annunciate iniziative di protesta. Anche Parma parteciperà alla giornata, promossa dal Coordinamento Nazionale di gruppi e movimenti

Lunedì 9 dicembre. L'Italia si Ferma. Sul tutto il territorio nazionale sono annunciate iniziative di protesta e di blocco. Anche Parma parteciperà alla giornata, promossa dal Coordinamento Nazionale di gruppi e movimenti. La protesta prenderà il via alle ore 22.30 di domenica 8 dicembre; per Parma l'appuntamento è al parcheggio Scambiatore Nord. Qui si terrà un sit-in: verrà allestita una postazione fissa. Sono previste iniziative in tutta la Regione Emilia-Romagna e in tante città d'Italia. 

BLOCCO DELL'AUTOTRASPORTO. Scatta alla mezzanotte di domenica 8 dicembre il fermo nazionale dell'autotrasporto, proclamato dal 9 al 13 dicembre da Trasportounito. Tra qualche ora, quindi, l'Italia sarà a rischio paralisi. "I danni che deriveranno all'economia del paese - sostiene il segretario generale Maurizio Longo - con tutti i risvolti sociali conseguenti, sono da attribuirsi esclusivamente alla politica miope e incapace di affrontare concretamente i problemi che sono alla base dell'economia reale".

IL VOLANTINO. Ecco il testo del volantino diffuso a Parma nei giorni scorsi. "Ci hanno accompagnati alla fame, hanno distrutto l'identità di un Paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni. Dal 9 dicembre 2013 l'Italia che produce in qualsiasi settore, l'Italia dei disoccupati, dei precari, dei giovani, degli studenti, dei padri, delle madri, dei figli e di chiunque voglia dire basta. Questa Italia si ribella e scende nelle strade e nelle piazze contro il far-west della globalizzazione che ha sterminato il lavoro degli italiani, contro questo modello di Europa, per riprenderci la sovranità popolare e monetaria, per riappropriarci della Democrazia, per il rispetto della Costituzione, contro un Governo di nominati. Per difendere la nostra dignità. Ribellarsi è un dovere" firmato il Coordinamento nazionale di gruppi e dei movimenti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento