rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Si presenta in Questura per i documenti ma era ricercato a Bergamo: arrestato

Finisce in manette un nigeriano di 47 anni con l’accusa di possesso e fabbricazione di documenti falsi

I poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino nigeriano di 47 anni gravato da un ordine di esecuzione della pena emesso dalla Procura della Repubblica di Bergamo. Nel dettaglio, l’uomo si trovava presso l’Ufficio Immigrazione per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale ed è stato sottoposto ai controlli foto-dattiloscopici di rito dall’operatore di sportello. Da questi è emerso che l’uomo era stato già registrato nelle banche dati in uso alla Polizia di Stato con più dati anagrafici differenti. Rilevata l’anomalia, è scattato un controllo più approfondito, grazie al quale è emerso che, con uno dei tanti nominativi registrati, il cittadino nigeriano era gravato da un ordine di carcerazione a seguito di una condanna per il reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Cosi gli operatori dell’Ufficio Immigrazione hanno sospeso la procedura attivata per il rilascio del nuovo titolo di soggiorno e hanno avvisato la Squadra Mobile affinché procedesse all’arresto dello straniero. Il cittadino nigeriano è stato tratto in arresto da personale della Squadra Mobile e condotto presso il carcere di via Burla.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta in Questura per i documenti ma era ricercato a Bergamo: arrestato

ParmaToday è in caricamento