rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Golese / Strada Baganzola

Choc a Baganzola: in un canale di scolo trovato un cadavere in avanzato stato di decomposizione

A trovare il corpo, oggi pomeriggio, il dipendente di una ditta di autospurgo che stava lavorando nella zona. I testimoni: ha intravisto una mano spuntare da un cumulo di rifiuti in acqua

Choc in strada Baganzola, dove oggi pomeriggio intorno alle 16 il dipendente di una ditta di autospurgo ha trovato un corpo in avanzato stato di decomposizione in una canale di scolo. Stando alle prime testimonianze, il dipendente ha intravisto una mano spuntare da un cumulo di rifiuti in acqua. Si è poi avvicinato capendo che qualcosa non andava e una volta sul luogo si è reso conto che si trattava di un cadavere in stato di decomposizione.

75481FB1-885B-4B29-99D3-77F986F355C4-5

Il dipendente della ditta di autospurgo stava lavorando nel depuratore accanto al canale di scolo in cui è stato trovato il cadavere. Non ci sarebbero stati documenti vicino al corpo, per cui al momento non si sa se si tratti di un uomo o di una donna. Sembra che il corpo presentasse alcuni traumi (ossa rotte) all'altezza del bacino.
Sul posto la polizia scientifica e i vigili del fuoco con i sommozzatori per recuperare il cadavere. Sono immediatamente scattate le indagini. 

Stando alle prime ipotesi, il cadavere potrebbe essere stato trasportato dall'acqua da un altro punto ed essere arrivato nel canale di scolo in cui è stato trovato, ma le indagini sono in corso. La persona, come detto, non è ancora stata identicata per la mancanza di documenti nelle vicinanze e a causa dell'avanzato stato di decomposizione del corpo non è stato possibile ancora accertarne il sesso.

Sul posto sono arrivati anche i magistrati che stanno effettuando un sopralluogo nella zona del ritrovamento del cadavere.

IN AGGIORNAMENTOE88D9BF9-98AC-49CC-97D3-19E60C582F2B

75481FB1-885B-4B29-99D3-77F986F355C4-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc a Baganzola: in un canale di scolo trovato un cadavere in avanzato stato di decomposizione

ParmaToday è in caricamento