menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto investigatore privato 'abusivo': denunciato 36enne parmigiano

Un cittadino di Langhirano ha trovato un rivelatore GPS sotto l'auto, i Carabinieri sono arrivati al noto investigatore che aveva cento clienti, tra spionaggio industriale, infedeltà coniugale e 'indagini' sui propri figli

Un 36enne parmigiano che ha esercitato il mestiere di investigatore privato ma che nel 2013 ha perso la licenza è stato denunciato per esercizio abusivo della professione e trattamento illecito di dati personali. L'uomo infatti ma ha continuato ad esercitare ma senza licenza. Le indagini dei Carabinieri sono iniziate quando un cittadino di Langhirano si è rivolto a loro per denunciare la presenza, sotto la sua autovettura, di un rivelatore GPS, utilizzato di solito per registrare la posizione dei veicoli. I militari hanno cercato l'apparecchiatura su internet, trovando un rivenditore di Modena, riuscendo poi a risalire dell'acquirente di Parma. Si trattava di un investigatore privato che però, dopo i controlli, è risultato non in regola con la licenza. I militari hanno sequestrato il locale che fungeva da ufficio, in pieno centro a Parma: la sua attività era molto pubblicizzata sul territorio. La Prefettura però avevo revocato la licenza all'investigatore nel 2013, poichè non era più in possesso dei requisiti previsti per legge. I carabinieri di Langhirano hanno sequestrato le apparecchiature trovate durante la perquisizione in casa e nei locali che erano nella sede dell'ufficio. La vasta clientela che si rivolgeva a lui, un volto noto, erano circa cento, tra spionaggio industriale, infedeltà coniugale, qualcuno si rivolgeva a lui per sapere le frequentazioni dei figli. I Carabinieri, dopo aver ottenuto un mandato di perquisizione sono entrati nella sua abitazione, cogliendolo in flagranza mentre stava controllando, tramite un ricevitore, il segnale Gps di alcune auto, sotto le quali - come per il cittadino di Langhirano- era stato sistemato un rivelatore Gps. I militari hanno oscurato le pubblicità dell'investigatore privato che, ad un primo sguardo, appariva in regola con tanto di ufficio e servizi professionali offerti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 76 nuovi casi e 3 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia riaprirà un ristorante su due

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per i genitori dei minori disabili

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento