Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

I sommozzatori della Guardia Costiera hanno trovato il cadavere di Jones Aboagye: domenica si era tuffato dal pontile di Forte dei Marmi

È stato trovato alle ore 17 di lunedì 6 luglio il corpo di Jones Aboagye, il 18enne annegato domenica 5 luglio a Forte dei Marmi dopo essersi tuffato in mare dal pontile. Dopo oltre in giorno di ricerche i sommozzatori della Guardia Costiera del nucleo Sub di Genova hanno ritrovato il cadavere del giovane, che si trovava nello specchio d'acqua di fronte a Forte dei Marmi. Le ricerche erano partite da subito dopo la scomparsa, avvenuta poco dopo il tuffo dal pontile. Il giovane si trovava in compagnia di alcuni amici che lo hanno visto effettuare il tuffo. Secondo le prime informazioni potrebbe aver avuto un malore dopo essersi immerso in acqua ma solo dopp l'autopsia, che verrà effettuata sul corpo del giovane, si conosceranno le cause della morte. 

"E’ stato ritrovato poco prima delle 17 odierne - si legge in una nota - dai subacquei della Guardia Costiera del nucleo sub di Genova, il corpo senza vita del giovane diciottenne di origine ghanese, residente a Parma, disperso in mare da mezzogiorno circa di ieri. Il ragazzo, giunto nella cittadina versiliese insieme a un gruppo di amici, anch’essi di origine ghanese e come lui residenti nel parmense, dopo essersi tuffato dal pontile di Forte dei Marmi non è più riemerso. A quel punto gli amici hanno dato l’allarme e dopo un primo immediato intervento dei bagnini degli stabilimenti balneari lì vicini, sono intervenuti sul posto i soccorritori con mezzi navali, elicotteri e personale subacqueo che per ore hanno continuato a cercare il ragazzo fino a sera. Di nuovo stamani, alle prime luci dell’alba sono riprese le ricerche da parte di Guardia Costiera, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Protezione civile, con ampio dispiegamento di mezzi navali ed aerei e con i subacquei. Il corpo, rinvenuto nelle vicinanze del punto in cui il giovane si era tuffato, è stato trasportato nel porto di Viareggio a bordo di una motovedetta per essere poi trasferito presso l’obitorio dell’ospedale di Lucca, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che molto probabilmente disporrà l’autopsia. Ai soccorritori il triste compito di avvisare i familiari del giovane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Parma scongiura la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento