menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusa della figlia 16enne della convivente: 51enne in carcere

Il 51enne è stato arrestato per sequestro di persona e violenza sessuale. Costringeva la ragazza ad andare nella casa in Appennino: secondo la ricostruzione fatta dai militari l'uomo fatto prendere alla 16enne degli anticoncezionali

Una drammatica storia di abusi su una minorenne, una ragazza di 16 anni che alla fine ha avuto il coraggio di denunciare il suo sfruttatotore. Si tratta di un 51enne residente nel parmense, il compagno e convivente della madre che era all'oscuro di tutta la vicenda. L'uomo, grazie ai racconti fatti dalla ragazza, è stato arrestato ed ora si trova nel carcere di via Burla a Parma.

La vicenda è avvenuta sull'Appennino parmense ma non è stata resa nota la località. L'uomo, un operaio, è stato indagato dai Carabinieri di Parma e di Borgotaro per sequestro di persona e violenza sessuale aggravata. Le violenze sarebbero proseguite per alcuni mesi. 


Nei giorni scorsi la studentessa di 16 anni si è presentata presso la Caserma dei Carabinieri di Parma per denunciare gli abusi. L'uomo ha abusato della ragazza nella casa dei due in provincia, quando la madre non era presente: il 51enne si era assicurato che la figlia della sua convivente non parlasse con nessuno della vicenda. Secondo la ricostruzione fatta dai militari l'uomo avrebbe costretto, in alcuni casi, la 16enne a prendere degli anticoncezionali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento