Cronaca Fidenza

Accende il barbecue e la bombola di Gpl prende fuoco: i carabinieri evitano l'esplosione

I militari hanno spento l'incendio con l'estintore che avevano sulla gazzella, prima dell'arrivo dei vigili del fuoco

Ha tentato di accendere un barbecue sul balcone della sua abitazione di Fidenza ma la bombola di Gpl ha preso fuoco: un 50enne siciliano, a quel punto, è uscito di casa dopo aver messo in sicurezza la sua famiglia. I carabinieri, arrivati in pochi istanti in via Cairoli, sono riusciti a mettere in sicurezza l'area.

La bombola, infatti, stava per esplodere ed avrebbe provocato grossi danni e messo in pericolo tutto il condominio, oltre che le abitazioni vicine. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, 26 agosto, in centro a Fidenza: i militari sono arrivati sul posto ed hanno messo in sicurezza l'area, allontanando le persone presenti ed i curiosi. Dopo aver verificato che i vigili del fuoco erano impegnati in altri due interventi. Con l'estintore in dotazione alla gazzella hanno raggiunto il balcone ed hanno spento le fiamme, evitando così l'esplosione della bombola.

I vigili del fuoco, dopo essere arrivati sul posto, hanno verificato che l'intervento fosse stato eseguito correttemente. A quel punto i militari hanno ricostruito l'episodio. I proprietari di casa, che vivendo in altra provincia la frequentano poco, nell’accendere un barbecue non hanno notato che il tubo in plastica collegato alla bombola era rovinato e perdeva. Il gas, fuoriuscendo da un taglio, ha preso fuoco a causa del calore delle fiamme della griglia incendiando velocemente la plastica stessa e parte dell’intero barbecue. Le fiamme, fortunatamente, non hanno coinvolto la casa e, grazie al provvidenziale intervento dei carabinieri, non hanno causato l’esplosione della bombola, che avrebbe causato danni potenzialmente enormi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accende il barbecue e la bombola di Gpl prende fuoco: i carabinieri evitano l'esplosione

ParmaToday è in caricamento