Sicurezza, accordo Prefettura-esercenti: videoallarme in diretta

L’accordo prevede l’installazione di un sistema che permetterà agli esercenti di essere sempre in contatto con le forze dell’ordine garantendo così un intervento tempestivo in caso di necessità

La firma dell'accordo

È stato sottoscritto oggi da Ascom Confcommercio Parma e Prefettura di Parma un nuovo accordo che permetterà agli operatori commerciali del territorio di operare in maggior sicurezza e  con maggiori garanzie di tutela. L’accordo prevede, infatti, l’installazione di un nuovo e moderno sistema di videoallarme che permetterà agli esercenti di essere sempre in contatto con le forze dell’ordine garantendo così un intervento tempestivo in caso di necessità e anche un monitoraggio continuo e “in diretta” dell’area circostante l’attività.

L’accordo prende spunto dall'analogo Protocollo di Intesa del luglio 2009 firmato dal Ministero dell’Interno per sviluppare, sfruttando l'evoluzione tecnologica, una sicurezza il più possibile integrata, partecipata e condivisa tra l'attività degli organi statali e l'attività degli operatori economici.
La collaborazione si propone quindi di innalzare il concreto livello di sicurezza anche nei contesti economici e produttivi dove la sicurezza costituisce proprio un bene primario da tutelare ed incrementare, a sostegno della attività stesse e dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I COMMENTI
«La tecnologia è in generale uno strumento utile nel lavoro di oggi, ma la sua applicazione è ancora più importante se parliamo di sicurezza - ha commentato Ugo Margini, presidente Ascom Parma - Questa Partnership vuole dare sostegno a tutte le attività commerciali che operano “sulla strada”, rispondendo in questo modo ad un’esigenza sempre più presente nel mondo del commercio. Lo strumento del videoallarme fa un passo in avanti rispetto alla videosorveglianza, perché permette di vedere in tempo reale quello che accade. Non solo per cogliere i malviventi sul fatto, ma per evitare gli stessi furti e rapine. I negozi che vorranno mettersi in rete potranno considerarsi più sicuri e protetti. Senza tralasciare che questa collaborazione garantisce alle imprese associate di tutelarsi usufruendo di un rapporto qualità/prezzo di grande favore».

«Oggi abbiamo firmato una convenzione applicativa di un protocollo d'intesa che consentirà di installare una nuova tipologia di impianti di videoallarme in vari esercizi commerciali del territorio - ha spiegato il Prefetto Luigi Viana - L'obiettivo è quello di lavorare insieme alle associazioni di categoria sempre sulla strada della cosiddetta sicurezza partecipata, per aiutare e favorire l'operato delle forze dell'ordine. Ne approfitto per ufficializzare l'attività di assistenza a livello di contributi della Camera di Commercio per la parziale copertura delle spese per l'installazione dei sistemi di allarme». «Era fondamentale dare un segnale ai commercianti, ma anche a tutti i clienti dei vari esercizi, in materia di sicurezza. Con questo accordo l'operato delle forze di polizia può essere più rapido e mirato» ha detto Andrea Zanlari, presidente CCIAA di Parma.

I vantaggi del videoallarme. Come funziona
In caso di evento doloso l’utente aziona il sistema mediante un pulsante e, attraverso un sistema criptato con connessione ADSL, le telecamere trasferiscono in pochi secondi a Carabinieri e Polizia di Stato, contemporaneamente  e in diretta, le immagini e l’audio. Il videoallarme richiede così soccorso immediato: l’arrivo del segnale mette in moto il sistema di intervento.

Le telecamere installate controllano 24 ore su 24 il negozio e il territorio antistante l’attività commerciale fornendo così anche un servizio alle Forze dell’Ordine (112 e 113). Le sale operative, infatti, hanno la possibilità di visionare le immagini digitali registrate – che restano memorizzate per 7 giorni – anche per l’attività investigativa o per la successiva attività processuale.

Il nuovo sistema di protezione di videoallarme è stato progettato da Real Protection, il partner tecnico che ha ottenuto da Confcommercio Imprese per l’Italia il preaccredito Nazionale per la fornitura dei servizi relativi al Protocollo di Intesa del 2009.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento