menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Adelmo e gli altri. Confinati omosessuali nel Materano”: inaugurata la mostra

Tutte le informazioni: ecco com'è andata

E' stata inaugurata, negli spazi dell'ex oratorio di San Quirino, in via Ospizi Civili 1, la mostra: “Adelmo e gli altri. Confinati omosessuali nel Materano”, storie di persone omosessuali condannate al confino nel periodo fascista, ricostruite sulla base di carte di polizia e atti giudiziari. Per il Comune era presente l'Assessora Nicoletta Paci, con delega alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini.

L'iniziativa è collegata alle celebrazioni a Parma della Giornata della Memoria. La mostra è aperta dal 7 al 18 febbraio, nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13.30; al mercoledì e sabato dalle 10 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30; domenica dalle 16 alle 19.30.

La mostra è stata allestita per iniziativa di Agedo Torino per cui era presente il curatore del progetto Cristoforo Magistro ed ha visto la co-organizzazione del Comune di Parma. Erano presenti i rappresentanti dei diversi soggetti che hanno concorso alla sua realizzazione: Elisabetta Ferrari di Agedo Parma, il presidente del Comitato provinciale Anpi, Aldo Montermini; Brunella Manotti, Presidente della sezione di Parmadell'Anpi e Susanna Preo del Centro Studi Movimenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento