Appello per Birra, adottato e poi riportato in canile. Da 10 anni dentro a un box

Una volontaria: "Per lui c'è stata una sola chiamata, ma l'adottante dopo 2 mesi ha rinunciato e questo è stato il suo primo ed unico appello, in 10 anni, nessuno si è mai accorto di lui"

Pubblichiamo l'appello di una volontaria per Birra, adottato da una persona che ha poi rinunciato a lui, riportandolo in canile. "Rinnoviamo l'appello per Birra, nato nel 2003 ed in canile dal 2004. Per lui c'è stata una sola chiamata, ma l'adottante dopo 2 mesi ha rinunciato e questo è stato il suo primo ed unico appello, in 10 anni, nessuno si è mai accorto di lui. Adottabile Nord e centro Italia. Nessuno di noi sapeva che Birra fosse del 2003, e che fosse in canile dal 2004. Tutti pensavamo che fosse più giovane, in canile forse da qualche anno. E invece poche settimane fa la triste scoperta, Birra vive dentro un box da 10 anni. Non sappiamo come sia arrivato in canile, troppo tempo è passato. Ma ormai sappiamo che è il cane in canile da più tempo. Nonostante l’età Birra è molto socievole con le persone, molto vivace. Birra è un cane molto bravo. Non ha una vita, non ha mai avuto una vita fuori dal canile. E’ entrato che aveva solo 1 anno nel box e adesso ha 11 anni e vive ancora nel box. Non ha mai varcato in dieci anni il cancello del canile.
 
La sua vivacità, la sua voglia di correre, nonostante sia ormai un vecchietto, è il desiderio di vivere quello che non ha mai vissuto. Cerca di attirare l’attenzione, di farsi notare da noi, loro non hanno parole, e solo così lui può dirci, guardatemi, esisto anch’io, sono ancora vivo. Perché non mi fate uscire? Ho tanto amore nel cuore da dare, perché nessuno mi prende? 10 anni di canile non visto, questo è il suo primo appello. Birra è molto buono, può essere ancora un cane di famiglia, felice di essere accarezzato, portato a passeggio. Felice solo di un giardino in  cui annusare l’erba, da custodire, lui che non ha mai avuto uno scopo nella sua vita, mai un motivo per vivere se non la speranza che qualcuno si accorgesse di lui. Dieci anni di canile sono tanti, troppi. All’umidità, al gelo, al caldo torrido. Salviamo Birra dalla sua undicesima estate torrida sul cemento, con gli occhi accesi a scrutare ogni visitatore, ancora, dopo 10 anni. Diamogli finalmente una casa. Facciamo che davvero qualcuno una volta nella sua vita, una sola,  vada per lui, per farlo uscire da quel box e non farlo rientrare mai più. Quando entrerà in quella casa, saprà che era  quello il luogo che per dieci lunghi anni aveva sognato. Patrizia  3899895252, Roberta   347  6405781  roberta.pe@tiscali.it"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento