menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto: la decisione sull'aumento di capitale slitta al 27 dicembre

Sogeap: "La chiusura sarebbe una grave perdita per tutti: servono le risorse necessarie per attuare il piano strategico e per evitare la messa in liquidazione della società"

Slitta l'assemblea dei soci  Sogeap che avrebbe dovuto proporre l’aumento di capitale per assicurare la continuità all'Aeroporto Giuseppe Verdi di Parma. Tutto è stato rinviato al 27 di dicembre: le tre settimane seriviranno per verificare le modalità e le possibilità di un aumento di capitale, al fine di sostenere il piano industriale. Dopo l'appello del sindaco Federico Pizzarotti, che aveva cercato di convincere il 'sistema Parma' a fare un sacrificio, pensando magari di salvare l'Aeroporto con la possibilità di riconvertirlo a cargo per il rilancio, è arrivata - pare - anche la decisione dei soci di provvedere a risistemare i bilanci con un'eventuale aumento di capitale che sarà deciso appunto il 27. 

L’ipotesi di usare l’aeroporto per il trasporto merci però è contestata dal Comitato Nocargo con alla base dell'opposizione gli eventuali danni dovuti all’impatto ambientale. "Oggi - si legge in una nota di Sogeap- si è riunita della sede dell'Unione parmense degli Industriali l'assemblea dei soci di Sogeap, società di gestione dell'aeroorto di Parma. A seguito della solo parziale sottoscrizione dell'aumento di capitale deliberato il 25 novembre del 2016, il cui iter si è concluso il 30 settembre scorso, la società necessita di risorse necessarie all'attuazione del piano strategico approvato dai soci in data 7 aprile 2016, nonchè di quelle occorrenti per l'ordinaria gestione. E' dunque indispensabile decidere al più presto in merito al concreto sostegno della società attraverso il reperimenti di tali risorse, oppure, laddove non fosse possibile, trovare le risorse atte ad evitare la messa in liquidazione della società. Il lavoro realizzato nel 2017 ha consentito di raggiungere importanti obiettivi quali l'ottenimento della certificazione Enac ex registro Ue 139/2014, l'avvio dell'attività di trasporto cargo e il conseguimento dell'approvazione Enac del piano di sviluppo aeroportuale basato sul citato piano strategico. Sarebbe una grave perdita per tutti il non poter beneficiare per queste e le future generazioni di tutti questi risultati, di lavoro e di pianificazione che potrebbero non avere continuità. In considerazione dell'importanza della decisione da prendere, onde poter deliberare nel modo più ponderato possibile, l'assemblea ha dunque deciso di aggiornarsi al prossimo 27 dicembre". 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento