menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affido a coppia gay, divulgazione dei dati. Il Garante per l'Infanzia: "Segnalazione in Procura"

La famiglia viene contattata con telefonate e mail da giornalisti e televisioni: il Garante per l'Infanzia interviene: "Sono dati sensibili, non vanno divulgati. Abbiamo segnalato il caso al Procuratore della Repubblica"

In relazione al grave episodio di divulgazione di informazioni e dati sensibili relativi all’affido di una bambina ad una coppia di persone dello stesso sesso, l’Amministrazione Comunale di Parma, con la motivata sollecitazione del Presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, ha chiesto l’intervento del Garante per l’Infanzia della Regione. Tale intervento è stato immediato con l’emanazione di un provvedimento di richiamo al rispetto della privacy e di segnalazione alla Procura Ordinaria di Parma per l’ipotesi di eventuali reati perseguibili in merito alla divulgazione avvenuta. Il provvedimento è stato trasmesso a tutte le istituzioni coinvolte e agli Organi di coordinamento regionale dell’Informazione Comunicazione. “Il provvedimento del Garante per l’Infanzia – precisa l’assessore al welfare Laura Rossi – sottolinea ulteriormente la necessità di assicurare l’effettivo diritto della minore alla protezione da ogni interferenza e la tutela complessiva di tutte le persone coinvolte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento