menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione a Fidenza, Rainieri: 'L'autore dimesso da una struttura, qualcosa non ha funzionato?'

Interrogazione alla Giunta nella quale il consigliere chiede: "Il soggetto stava seguendo un programma di reinserimento sociale che dovrebbe avere, tra le altre, anche la finalità di ridurre la recidiva?"

L’aggressione ai danni di un pensionato avvenuta la sera del 31 ottobre scorso a Fidenza, in provincia di Parma, è al centro di una interrogazione alla Giunta presentata Fabio Rainieri (Ln). Citando notizie stampa, il consigliere sottolinea che l’aggressore era un recidivo, “condannato a tre anni di detenzione per una violenta rapina commessa nel novembre 2014”. Inoltre, “la mattina del 31 ottobre, essendo stata disposta nei suoi confronti la scarcerazione ed essendo stato dimesso dalla struttura sanitaria che lo ospitava, avrebbe dovuto essere ricondotto in una comunità terapeutica per il recupero di dipendenti da alcool e sostanze stupefacenti, ma sarebbe riuscito a fuggire dalla macchina su cui si trovava”.

Rainieri, menzionando l’articolo 2 della Legge regionale 3/2008, chiede alla Giunta “se vi siano state lacune da parte del Servizio sanitario regionale o, eventualmente, da parte della comunità cui era affidato l’aggressore durante la detenzione domiciliare, che hanno portato a non valutare correttamente l’effettiva pericolosità del soggetto” e se lo stesso “stava seguendo un programma di reinserimento sociale, che dovrebbe avere, tra le altre, anche la finalità di ridurre la recidiva”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento