rotate-mobile
Cronaca

Ai domiciliari, vendeva l'hashish in casa: arrestato

A Salsomaggiore, un uomo di 49 anni di origine nordafricana è finito in manette. Durante la perquisizione si è scagliato contro i carabinieri con calci e pugni, tentando di riappropriarsi della droga sequestrata prima di fuggire

I carabinieri di Salsomaggiore Terme hanno tratto in arresto un 49enne di origine nordafricana già ai domiciliari, con l'accusa evasione dagli arresti domiciliari, di spaccio, detenzione di stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale. I fatti risalgono a giovedì 30 giugno quando, in seguito a una chiamata da parte di un cittadino, la centrale operativa della città termale ha ricevuto comunicazione di un'abitazione in un condominio molto frequentata. Un andirivieni sospetto, che ha fatto scattare l'attenzione dei cittadini proprio du quell'abitazione. Dentro c'era, in regime di arresti domiciliari, proprio il 49enne che doveva scontare la misura restrittiva per reati inerenti a spaccio di stupefacenti. 

La pattuglia ha eseguito il controllo presso l'abitazione per appurare che tutto fosse nella norma. Una volta entrati, i militari sono stati attirati immediatamente da un odore di hashish. Il detenuto è stato identificato assieme a altro connazionale di 40 anni, gravato da precedenti di polizia per reati in materia di droga. Dopo i controlli, i carabinieri hanno proseguito con una perquisizione locale, rinvenendo una sigaretta artigianale con contenuto di hashish, una dose di hashish, un bilancino di precisione sul quale erano presenti diverse tracce di hashish, un coltello di 17 centimetri a lama liscia che è servito evidentemente per tagliare il 'fumo', dato che ne presentava tracce. In casa c'era anche un panetto di hashish, delle dimensioni di una comune carta di credito ed altezza di 2 centimetri circa, avvolto in una pellicola di cellophane e posto a sua volta all’interno di un sacchettino di plastica di colore verde tagliato in un angolo, del peso di oltre 60 grammi.

Ma mentre i carabinieri perquisivano l'abitazione, il detenuto ha cercato di divincolarsi dai due militari tentando la fuga e venendo prontamente bloccato a pochi metri dall’abitazione. Durante le operazioni, si è scagliato contro i carabinieri con gomitate e calci, opponendo viva resistenza prima di tentare nuovamente la fuga. Vani i suoi tentativi di scappare, l'uomo è stato oportato presso gli Uffici della Compagnia Carabinieri di Salsomaggiore Terme e tratto in arresto. Lo stesso è stato anche deferito per il reato di rapina, poiché nel tentativo di fuga spintonando i militari si è appropriato anche del pezzo di hashish, successivamente recuperato. Trattenuto una notte presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale di Parma, l'uomo è stato tradotto in custodia cautelare presso il carcere di Parma. Il connazionale invece è stato deferito in stato di libertà per aver concorso nella detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari, vendeva l'hashish in casa: arrestato

ParmaToday è in caricamento