rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Aipo: ecco di cosa si occupa l'Agenzia Interregionale per il fiume Po

L'Agenzia, che ha ricevuto ingenti finanziamenti nell'ambito del Pnrr, è stata istituita nel 2003 con quattro leggi approvate dai Consigli delle Regioni del Po: Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto

AIPo  - Agenzia Interregionale per il fiume Po è stata istituita nel 2003 con quattro leggi approvate dai Consigli delle Regioni del Po: Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto. Ente strumentale di queste Regioni, raccoglie l’eredità del disciolto “Magistrato per il Po”, organo statale creato nel 1956. L'Aipo si occupa della sicurezza idraulica e della navigazione del "Grande fiume". 

AIPo è articolata sul territorio con una sede centrale a Parma e uffici (territoriali, navigazione, polo scientifico) nelle quattro regioni di riferimento. La governance dell’Agenzia prevede: un Comitato di Indirizzo, costituito da Assessori delle quattro Regioni; il Direttore, legale rappresentante dell’Ente; un Collegio di revisori, che ne cura la regolarità contabile e finanziaria. L'Aipo, sottolinea la Procura di Parma, è tra l'altro destinataria di ingenti somme nell'ambito del Pnrr. 

"AIPo - si legge sul sito internet dell'Agenzia - è un attore di riferimento tecnico e culturale per il reticolo idrografico del bacino del Po. Adotta le migliori prassi per la sicurezza idraulica, la navigazione fluviale, la fruizione degli ambienti e la gestione del demanio idrico. Si impegna per l’attuazione degli obiettivi di sostenibilità alle diverse scale e per un equo sviluppo sociale, istituzionale ed economico dei territori fluviali". Irene Priolo, Assessore all'ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile della Regione Emilia-Romagna, è attualmente componente del Comitato d'indirizzo di Aipo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aipo: ecco di cosa si occupa l'Agenzia Interregionale per il fiume Po

ParmaToday è in caricamento