menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alcol, paure, speranze e opportunità: un problema complesso che tocca la vita di tutti

Alcologia dell'Ospedale, con Croce rossa e volontariato, propone un doppio appuntamento: giovedì 20 alla sala congressi dell'Ospedale e sabato 29 in piazza della Steccata

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, valuta quando, come e perché assumere o meno bevande alcoliche. La responsabilità alla guida dell’auto, i danni individuali, familiari e sociali che l’alcol produce saranno alcuni dei temi affrontati nel doppio incontro organizzato dall’Azienda ospedaliero-universitaria e dall’alcologia ospedaliera, in collaborazione con il volontariato di Parma. Cuore del doppio progetto, divulgato anche dall’Istituto Superiore della Sanità, nell’ambito del mese della prevenzione alcologica, le testimonianze preparate dalle associazioni con l’intento di dare speranza a chi si trova ad affrontare il problema.

“Luci e ombre in campo alcologico” è il titolo del primo appuntamento, in calendario per giovedì 20 aprile dalle ore 15, organizzato alla sala congressi dell’Ospedale di Parma, assieme alle associazioni di volontariato e auto-mutuoaiuto, tra cui  Acat Parma Il volo, Alcolisti anonimi, Al-Anon e Alateen. Il programma articolato parte dal ruolo della genetica nell’alcolismo per arrivare al trapianto di fegato nelle persone con problemi di alcol, passando attraverso l’impatto della dipendenza nei tumori dell’area testa-collo, la motivazione nel percorso di riabilitazione, senza trascurare le procedure di intervento nell’intossicazione alcolica. Da ultimo, si parlerà anche della manovre operative di emergenza per chi si trova vicino a una persona priva di sensi perché intossicata o, addirittura, in coma etilico in attesa dei soccorsi. Tra i relatori, Gilberto Gerra del servizio crimine e droga delle Nazioni Unite, Francesca Crincoli e Cristiana Di Gennaro, dell’ambulatorio di alcologia, Simona Bui della Oncologia medica, Anastasio Moothen, della Croce Rossa Italiana e Claudia Schianchi delle Malattie infettive ed Epatologia e moderati dai giornalisti Gabriele Balestrazzi e Fabio Manis. L’incontro si prefigge l’obiettivo di avvicinare tutti coloro che vogliono saperne di più sui rischi e sui danni causati dall’alcol ed è dunque a partecipazione libera.

Quali rischi corri quando guidi ubriaco? Conosci gli effetti dell’alcol? E ancora: sapresti dire il tuo tasso alcolemico abituale? Da queste domande partirà una seconda proposta di incontro, “Alcohol: be careful!” organizzata in piazza della Steccata per sabato 29 aprile a partire dalle 15.30, da Ospedale e Comune di Parma, oltre a Croce rossa italiana e Acat Parma Il Volo. Per scoprire le risposte, un percorso virtuale, interattivo e gratuito, sarà proposto da medici e psicologi dell’Alcologia ospedaliera che guideranno i ragazzi in una simulazione suddivisa in vari step. Al termine del percorso, sarà proiettato un filmato di pochi minuti con due finali diversi: un invito implicito a riflettere grazie alle immagini che, nei ragazzi, stimolano bene la risposta dell’emisfero destro del cervello. La consapevolezza che dovrebbe uscirne è che ognuno di noi può salvare potenzialmente una vita, in modo diretto, con procedure di emergenza ma anche dando informazioni corrette su come affrontare il problema.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento