Cronaca

Sos animali selvatici: l'allarme lanciato dai centri di ricovero

Con l'arrivo della primavera molti piccoli di animali selvatici, come caprioli e leprotti, escono dal loro habitat e vanno incontro a incidenti. Ecco come comportarsi quando si avvista un animale in difficoltà

Piccolo di capriolo ferito

E’ arrivata la primavera, un momento di esplosione per la vita della natura: molti piccoli di animali selvatici vengono alla luce in questo periodo  ed immediatamente si trovano ad affrontare numerosi pericoli, molti dei quali diversi da quelli che “mamma Natura” ha previsto: macchine falciatrici, strade, fili dell’alta tensione. A lanciare un “SOS Animali Selvatici”, per informare sul modo migliore di soccorrere la fauna in difficoltà, sono gli addetti dell'Ente di Gestione per i Parchi dell'Emilia Occidentale.

"Proprio in questi giorni - scrivono in una nota - stanno arrivando al CRAS “Casa Rossa” del Parco Boschi di Carrega, decine di leprotti e piccoli di capriolo, che per le ragioni più varie, vengono raccolti dalla mano dell’uomo e portati via dal luogo dove la madre li ha fatti nascere. Quando questi animali sono feriti è bene portarli subito al CRAS più vicino; ma se si trovano soltanto soli, bisogna pensare che poco distante ci potrebbe essere la madre e quindi non vanno né toccati né portati via. Anche perchè i cuccioli sono protetti nei confronti dei predatori da un odore diverso da quello della madre e venire in contatto con loro significa alterare questo odore e la loro protezione".

I CRAS sono  pertanto a disposizione, oltre che per l’accoglienza degli animali, anche per fornire informazioni su come comportarsi quando si avvista un animale selvatico che sembra in difficoltà.
Per avere maggiori informazioni rivolgersi ai CRAS dei Parchi dell’Emilia Occidentale:

CRAS “Casa Rossa” (per mammiferi) - Parco Regionale Boschi di Carrega  - via Capanna 23 Sala Baganza - tel 0521/833440 (orari ufficio) 0521/833163 (tutti i giorni dalle 15.30 alle 17.30) 338/6817435 – crascasarossa.boschi-carrega@parchiemiliaoccidentale.it

CRAS “Le Civette” (per uccelli rapaci) - Parco Fluviale Regionale dello Stirone - loc. San Nicomede – Salsomaggiore Terme - tel. 0524/588683 339/6302762 – craslecivette@parcostirone.it.

CRAS “Rifugio Matildico” (per uccelli in genere) – S. Polo d’Enza (RE) – 339/4053723


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos animali selvatici: l'allarme lanciato dai centri di ricovero

ParmaToday è in caricamento