menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pizzarotti al Montanar per il pranzo con gli Angeli del fango

Pizzarotti al Montanar per il pranzo con gli Angeli del fango

Alluvione e fax letto 3 giorni dopo: Rainieri e Gambarini chiedono le dimissioni di Pizzarotti

Alluvione e fax arrivato in Municipio tre giorni prima della piena del Baganza di lunedì 13 ottobre. Dopo le polemiche arrivano le prime richieste di dimissioni per il sindaco Pizzarotti. Il primo è Fabio Rainieri, segretario della Lega Nord Emilia

Alluvione e fax arrivato in Municipio tre giorni prima della piena del Baganza di lunedì 13 ottobre. Dopo le polemiche arrivano le prime richieste di dimissioni per il sindaco Pizzarotti. Il primo è Fabio Rainieri, segretario della Lega Nord Emilia. 

RAINIERI: 'PIZZAROTTI SI DIMETTA'. “Pizzarotti si dimetta, ha ignorato l'allarme della Prefettura sull'alluvione a Parma. Se il sindaco fosse rimasto al suo posto invece di andare al Circo Massimo alla manifestazione organizzata dal Movimento 5 Stelle, le cose sarebbero state diverse e avremmo evitato buona parte di quello che è successo. Sabato mattina mentre Pizzarotti si faceva bello al Circo Massimo, in Comune arrivava un fax della Prefettura che chiedeva l’attivazione della fase di attenzione, preannunciando allerta per condizioni meteorologiche avverse a partire da domenica 12 fino a martedì. Tra gli effetti attesi: rapidi innalzamenti dei livelli dei corsi d’acqua minori con limitati fenomeni di inondazione. Non un messaggio qualsiasi ma un’allerta di tipo 1, che non esclude  pericoli per la popolazione civile e dannialle abitazioni e che impone al sindaco di informare i cittadini. E Pizzarotti? Ha avvisato la città lunedì nel tardo pomeriggio. Quando ha finito di farsi bello tra i grillini. Peccato che a quel punto tutto era inutile e tardivo. Una vergogna! Così a causa della leggerezza delsindaco la città è stata invasa dall’acqua e la conta dei danni ammonta a oltre 100 milioni di euro. Pizzarotti è il momento che tu faccia finalmente una cosa giusta e doverosa nei confronti di Parma: dimettiti!”.Lo scrive sulla sua pagina Facebook Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Emilia e candidato alle prossime elezioni regionali

GAMBARINI: 'PIZZAROTTI SI PRENDA LE SUE RESPONSABILITA'. Francesca Gambarini, candidata al Consiglio Regionale per Forza Italia interviene nel dibattito e chiede le dimissioni del sindaco Federico Pizzarotti. "L’allerta della Protezione civile -si legge in una nota- per la piena del Baganza era arrivata in Municipio tre giorni prima dell’alluvione: si potevano, quindi, limitare i danni ma il fax inviato dalla Prefettura al Comune di Parma è stato ignorato per tre giorni. La conseguenza di tutto questo sono danni per oltre 100 milioni di euro. Il sindaco Pizzarotti si prenda le sue responsabilità, spieghi ai cittadini perché non ha fatto nulla e poi si dimetta. A quanto pare, il sindaco a 5 stelle era al Circo Massimo a Roma alla manifestazione di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle e vorremmo sapere perché non ha ritenuto opportuno informare i suoi cittadini dell’allerta di Protezione civile. Oltretutto non si trattava di un allarme qualsiasi ma di un’allerta di tipo 1, che avvisa della “possibilità di allagamenti”. Se Pizzarotti, invece, di cercare le luci della ribalta nazionali avesse preso sul serio il fax della Prefettura si sarebbero potuti almeno limitare i danni. Questa non è la prima volta che commentiamo la leggerezza e l’inerzia di un sindaco e di un’amministrazione che stanno portando Parma nella mediocrità ma mai le conseguenze sono state così gravi. La piena del Baganza ha colpito al cuore la città, i danni superano i 100 milioni di euro e solo grazie al lavoro dei tanti volontari si sta tornando alla normalità. I cittadini hanno il diritto di avere una spiegazione. Infine, vorrei anche ricordare che, nonostante fosse tutto pronto dal 2011, non sono state costruite le casse di espansione del torrente Baganza, un’opera che avrebbe potuto salvare la città dall’alluvione. E anche qui c'è chi ha delle responsabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento