Alluvione: Pane e Vita soccorre due senza dimora in via Europa

Due senza dimora che vivevano in un riparo di fortuna nei pressi del Ponte delle Nazioni sono stati messi in salvo dai volontari dell'associazione Pane e Vita durante le forti piogge dei giorni scorsi

La piena della Parma

Nei giorni dell'emergenza per l'alluvione a Parma prosegue l'impegno dei volontari di Pane e Vita che nei giorni scorsi hanno soccorso due senza dimora. Si tratta di due giovani, uno originario dell'est Europa e l'altro della Tunisia, che vivevano in un riparo di fortuna nei pressi del ponte delle Nazioni. A causa delle forti piogge degli ultimi giorni con la piena della Parma e l'esondazione del Baganza, i volontari di Pane e Vita sono andati a cercare alcuni senza dimora che vivevano in punti a rischio per soccorrerli scongiurando il peggio. "Si tratta di due giovani che conosciamo da tempo, erano loro a recarsi da noi al camper alla stazione, non sapevamo esattamente dove trascorressero la notte, ma da quanto ci avevano raccontato in altre occasioni vivevano in un riparo di fortuna nei pressi del ponte delle Nazioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo andati a cercarli e li abbiamo soccorsi nei pressi del ponte delle Nazioni, se fossero rimasti li non so come sarebbe potuta andare vista la piena del torrente - sottolinea il responsabile di Pane e Vita Luigi Martusciello -. Ci sono molti casi difficili a Parma, non si spegne l'emergenza, ma in questi giorni particolarmente delicati dobbiamo dare la priorità a situazioni a rischio come questa, per scongiurare tragedie. La nostra attenzione rimane sempre alta e anche in condizioni difficili come quelle dei giorni scorsi, non ci tiriamo indietro per fare quanto possiamo per aiutare i senza dimora di Parma, un numero che purtroppo è in continua crescita e che con la chiusura della sala d'aspetto della stazione, porta molti a rifugiarsi in luoghi di fortuna nonostante il maltempo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento