menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione 2014, confermata indagine per disastro colposo al sindaco

E' stata confermata la presenza nel registro degli indagati del sindaco Federico Pizzarotti per il reato di disastro colposo, insieme a lui anche il capo della municipale e tre dirigenti della protezione civile

Il sindaco Pizzarotti finisce nuovamente nel registro degli indagati, dopo la vicenda del Teatro Regio con l'indagine per abuso di ufficio, ora si aggiunge anche quella di disastro colposo per l'alluvione di Parma del 2014.

La notizia era già stata data a giugno ma ora è stata confermata e desecretati gli altri nomi coinvolti nell'indagine.

Gli altri nomi coivolti nell'indagine ora resi noti sono quelli del comandante della polizia Municipale Gaetano Noè e tre dirigenti della protezione civile: Gianfranco Larini (ex responsabile del Servizio tecnico di bacino), Maurizio Mainetti (direttore dell'Agenzia regionale di protezione civile) e Gabriele Alifraco (ex numero uno del Servizio di protezione civile della Provincia).

Il sindaco era stato accusato di aver ignorato i primi fax di allerta partiti dalla prefettura sull'esondazione del torrente Baganza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento